arrow-sharparrowarticle-iconcross-iconlogo-darklogo-whitemenu-leftnot-foundpolygonquiz-iconstar-emptystar-fullstar-half
account-outlineapp-storearrow-leftarrow-rightbell-with-red-dotbellbillcartcautioncheckcheckbox-checked-filled-squarecheckbox-squarechevron-downcircel-green-checkclosecountry-aucountry-brcountry-cacountry-decountry-escountry-frcountry-gbcountry-incountry-itcountry-ptcountry-uscross-iconcubodelete-binedit-penemailexternal-linkfilefilesfilterfoldersfooter-applefooter-facebookfooter-instagramfooter-linkedinfooter-play-storefooter-twittergare-with-red-dotgareglobal-minusglobal-plushome-outlinelinklogoutmenupayment-method0payment-method1payment-method2payment-method3payment-method4payment-method5payment-method6payment-method7play-storepolygonquestion-filesearchsendspinnersuccess-thumps-uptelegramterminalwhats-app
4.6 (400 Voti)

Quiz Concorso Miur: 125 esperti non dirigenziali

Concorso Esperti Miur 125 posti - solo per laureati

Miur | Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di centoventicinque posti di personale non dirigenziale, di qualificata professionalita' nelle discipline scientifiche, economiche e giuridiche, da inquadrarsi nell'area funzionale III, con talune riserve

INIZIA QUIZ

Ecco i prodotti più richiesti... Provali ora!

Concorso Miur: Concorso pubblico Miur informazioni utili, bando, materiale per lo studio e suggerimenti

23 min. 22/10/2021 14/01/2022

Il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, comunica l’apertura dei termini per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento di complessive n. 125 unità di personale non dirigenziale, di qualificata professionalità nelle discipline scientifiche, economiche e giuridiche.

Una nuova opportunità per tutti coloro che ambiscono a lavorare nella pubblica amministrazione, nel nostro articolo forniremo tutte le informazioni necessarie per iscriversi al concorso e cominciare a studiare in modo semplice e veloce le materie richieste dal bando, inoltre come valore aggiunto potrete utilizzare il simulatore presente sul nostro sito per accelerare la memorizzazione dei quiz.

Prima, di entrare nel vivo del nostro articolo, vogliamo presentarvi un’importante novità proposta da noi di easy-quizzz, vi invitiamo all’utilizzo dei nostri simulatori sempre aggiornati e facili da utilizzare per preparare nel migliore dei modi i vostri concorsi.

Fatta questa breve premessa, entriamo nel vivo del nostro articolo e cominciamo a parlare di questa importante novità.

Potrebbe interessarti leggere anche questi altri articoli:

Quiz Concorso Miur: Funzioni, organizzazioni e sedi del Miur

Quiz Concorso Miur - Come superare il concorso Miur 2021

Il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, conosciuto con l’acronimo Miur rappresenta l’organo principale del governo preposto all’amministrazione dell’istruzione in Italia.

La sede del Miur si trova a Roma in viale Trastevere, 76/a.

Nel febbraio 2014, in seguito al D.P.C.M n.98, il dicastero è stato riorganizzato.

Questa la struttura:

  • Uffici di supporto del Ministro, che comprendono l’Ufficio di gabinetto, la Segreteria, il Segretario particolare, l’Ufficio stampa e quello legislativo, Segreteria tecnica;

La struttura centrale invece prevede un’articolazione complessa formata da 3 Direzioni generali quali:

  • Dipartimento per il sistema educativo d’Istruzione e Formazione;
  • Dipartimento per la programmazione e gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali;
  • Dipartimento per la formazione superiore e per la ricerca

Inoltre molto importante la presenza del Miur a livello periferico con la struttura territoriale.

Infatti, l’articolazione riguarda gli USR (Uffici scolastici regionali) e gli AT (Uffici con competenza per ambiti territoriali)

Di seguito gli enti sottoposti alla vigilanza del Miur:

  • Consiglio Nazionale delle Ricerche;

  • Stazione Zoologica “Anton Dohrn” di Napoli;

  • Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale;

  • Istituto Nazionale di Fisica Nucleare;

  • Istituto Nazionale Geofisica e Vulcanologia;

  • Istituto Nazionale di Alta Matematica “Francesco Severi”;

  • Agenzia Spaziale Italiana;

  • Consorzio per l’Area di Ricerca Scientifica e Tecnologica di Trieste;

  • Istituto Nazionale di Astrofisica;

  • Museo storico della Fisica e Centro Studi e Ricerche “Enrico Fermi”;

  • Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica;

  • Istituto Italiano di Studi Germanici;

Quiz Concorso Miur: 125 esperti ecco il bando, come iscriversi e quali sono i titoli richiesti

Il bando può essere facilmente consultabile sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana cliccando direttamente sul seguente link, sottolineiamo l’importanza di questo concorso in quanto sarà a tempo indeterminato.

I posti messi a bando concorso miur, come già detto in precedenza sono 125, cosi ripartiti:

  • 85 posti per funzionari amministrativi giuridico contabili;
  • 10 posti per funzionari per la comunicazione e l’informazione;
  • 30 posti per funzionari informatici statistici.

Il concorso è riservato ai laureati.

Per il profilo di funzionario amministrativo giuridico contabile si richiedono i seguenti titoli:

  • LMG-01 Giurisprudenza;
  • LM-16 Finanza;
  • LM-31 Ingegneria gestionale;
  • LM-52 Relazioni internazionali;
  • LM-56 Scienze dell’economia;
  • LM-62 Scienza della politica;
  • LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni;
  • LM-76 Scienze economiche per l’ambiente e la cultura;
  • LM-77 Scienze economiche aziendali;
  • LM-81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo;
  • LM-88 Sociologia e ricerca sociale;
  • LM-90 Studi europei;
  • Lauree specialistiche (LS) o diplomi di laurea (DL) equipollenti.

Quiz Concorso Miur: Cosa fà il funzionario amministrativo giuridico contabile

Il funzionario amministrativo giuridico-contabile, si occupa di gestire all’interno dell’ente ogni funzione amministrativa, nel dettaglio verifica la documentazione relativa ai movimenti contabili, gli adempimenti fiscali e tributari, e redige il bilancio annuale.

Ecco di seguito un elenco di funzioni relative a questa figura:

  • Rilevazione contabile. Tiene traccia di ogni azione contabile dell’ente;

  • Individuazione delle procedure operative. È compito del funzionario amministrativo svolgere le richieste burocratiche e organizzare le operazioni;

  • Applicazione delle norme. Uno dei compiti delicati a cui deve attenersi è l’applicazione delle norme con il rispetto di principi di buon andamento e imparzialità;

  • Redazione del piano dei conti. Il piano dei conti ha lo scopo di fornire informazioni analitiche e dettagliate. In questo modo l’impiegato assolve anche una funzione gestionale, oltre che a ricoprire un ruolo informativo di fondamentale importanza. La contabilità non è obbligatoria solamente ai fini fiscali e civilistici, ma rappresenta anche un adempimento inderogabile al funzionamento di un ente pubblico.

Per il profilo di funzionario per la comunicazione e l’informazione, sono richiesti i seguenti titoli:

  • LM-14 Filologia moderna;
  • LM-19 Informazione e sistemi editoriali;
  • LM-37 Lingue e letterature moderne europee e americane;
  • LM-38 Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione;
  • LM-39 Linguistica;
  • LM-43 Metodologie informatiche per le discipline umanistiche;
  • LM-50 Programmazione e gestione dei servizi educativi;
  • LM-51 Psicologia;
  • LM-52 Relazioni internazionali;
  • LM-56 Scienze dell’economia;
  • LM-57 Scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua;
  • LM-59 Scienze della comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità;
  • LM-62 Scienze della politica;
  • LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni;
  • LM-65 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale;
  • LM-77 Scienze economico aziendali;
  • LM-78 Scienze filosofiche;
  • LM-81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo;
  • LM-85 Scienze pedagogiche;
  • LM-85-bis Scienze della formazione primaria;
  • LM-87 Servizio sociale e politiche sociali;
  • LM-88 Sociologia e ricerca sociale;
  • LM-90 Studi europei;
  • LM-91 Tecniche e metodi per la società dell’informazione;
  • LM-92 Teorie della comunicazione;
  • LM-93 Teorie e metodologie dell’e-learning e della media education;
  • LM-94 Traduzione specialistica e interpretariato;
  • LMG/01 Giurisprudenza;
  • Lauree specialistiche (LS) o diplomi di laurea (DL) equipollenti.

Quiz Concorso Miur: Cosa fà il funzionario per la comunicazione e l’informazione

Per delineare le mansioni di questa affascinante figura, ci rifacciamo alla vigente contrattazione collettiva, e illustriamo i molteplici compiti:

  • Progettazione e sviluppo di sistemi e processi di comunicazione integrata, istituzionale all’utenza, in relazione alle strategie istituzionali, ai piani di organizzazione e sviluppo dell’offerta formativa, agli obiettivi generali di comunicazione e informazione o alle specificità rilevate sul territorio, con individuazione dei bisogni informativi/comunicativi;

  • Attività di monitoraggio sull’efficacia e la qualità dei processi comunicativi;

  • Iniziative promozionali, pubblicitarie o di divulgazione delle attività istituzionali, delle disposizioni normative e dei temi d’interesse pubblico e sociale e del relativo monitoraggio e valutazione delle attività;

  • Analisi, traduzione e revisione di pubblicazioni, documenti, regolamenti, normative, strumenti di ricerca sociale e valutativa ed altro materiale, nell’ambito di progetti generali ed esecutivi;

  • Supporto e attività d’interprete nell’ambito di riunioni e relazioni internazionali e viaggi ufficiali europei internazionali con redazione di resoconti, rapporti, sintesi e processi verbali di particolare complessità o in contesti plurilingue;

  • Supporto documentale in relazione alle attività connesse alla gestione dei rapporti con istituzioni e organi europei e internazionali;

  • Attività didattiche e di addestramento, con particolare riferimento alle materie e pratiche relative ai processi gestiti.

Mentre, per il profilo di funzionario informatico statistico, sono richiesti i seguenti titoli:

  • LM-16 Finanza;
  • LM-17 Fisica;
  • LM-18 Informatica;
  • LM-19 Informazione e sistemi editoriali;
  • LM-20 Ingegneria aerospaziale e astronautica;
  • LM-23 Ingegneria civile;
  • LM-26 Ingegneria della sicurezza;
  • LM-27 Ingegneria delle telecomunicazioni;
  • LM-28 Ingegneria elettrica;
  • LM-29 Ingegneria elettronica;
  • LM-31 Ingegneria gestionale;
  • LM-32 Ingegneria informatica;
  • LM-35 Ingegneria per l’ambiente e il territorio;
  • LM-40 Matematica;
  • LM-43 Metodologie informatiche per le discipline umanistiche;
  • LM-44 Modellistica matematico fisica per l’ingegneria;
  • LM-66 Sicurezza informatica;
  • LM-82 Scienze statistiche;
  • LM-83 Scienze statistiche attuariali e finanziarie;
  • LM-88 Sociologia e Ricerca sociale;
  • LM-91 Tecniche e metodi per la società dell’informazione;
  • LM/DS01 Scienze della difesa e della sicurezza;
  • Lauree specialistiche (LS) o diplomi di laurea (DL) equipollenti.

Quiz Concorso Miur: Cosa fà il profilo di funzionario informatico statistico

La terza figura, cioè quella di funzionario informatico statistico secondo la vigente contrattazione collettiva, svolge le seguenti mansioni:

  • Analisi e proposte di pianificazione e coordinamento delle attività inerenti alla realizzazione di progetti di sistemi informativi e telematici con definizione delle attività, delle scadenze e delle priorità, garantendo il rispetto di tempi, costi e qualità;

  • Interazioni con i livelli decisionali dell’Amministrazione per l’analisi delle esigenze e l’individuazione delle soluzioni nello specifico contesto normativo e organizzativo;

  • Proposte di pianificazione dell’attività di monitoraggio del sistema informativo e della rete con individuazione degli obiettivi di miglioramento dei livelli dei servizi informatici;

  • Rapporti con le autorità e i centri tecnici competenti in materia, con altri enti e amministrazioni e con fornitori di software e servizi informatici;

  • Proposte per la formulazione di capitolati tecnici relativi a contratti di servizi informatici;

  • Progetti di ricerca e studio per l’analisi dei settori da sottoporre a indagine statistica, con elaborazione e applicazione di tecniche campionarie e di altre metodologie, effettuando altresì proposte di predisposizione delle metodologie e coordinamento delle procedure di raccolta, raggruppamento e verifica dei dati, definizione degli strumenti di analisi critica e presentazione e interpretazione dei risultati;

  • Attività didattiche e di addestramento, con particolare riferimento alle materie e pratiche relative ai processi gestiti.

Quiz Concorso Miur: Come iscriversi e scadenza dei termini

La presentazione della domanda per sostenere i concorso miur 125 posti avviene esclusivamente per via telematica, attraverso il sistema pubblico d’identità digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico disponibile sulla piattaforma digitale e raggiungibile dal seguente link concorsi.mur.gov.it, previa registrazione del candidato sulla medesima piattaforma. Per la partecipazione al concorso, il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato.

I candidati possono presentare la domanda di partecipazione al quiz concorso miur entro le ore 18,00 del 30 ottobre 2021.

Quiz Concorso Miur: Requisiti di ammissione

Oltre al titolo di studio che già abbiamo trattato in precedenza per ogni profilo richiesto dal bando, per poter accedere a questi concorsi i candidati dovranno possedere anche altri requisiti, che riportiamo in elenco:

  • Cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione europea, oppure cittadinanza di uno Stato diverso da quelli appartenenti all’Unione europea, qualora ricorrano le condizioni di cui all’art. 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;

  • Eta’ non inferiore a diciotto anni;

  • Godimento dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza;

-Idoneità allo svolgimento delle mansioni relative al posto da ricoprire;

  • Posizione regolare nei confronti del servizio di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo;

Quiz Concorso Miur: Fasi della procedura concorsuale

La procedura concorsuale, in ordine a ciascun codice di concorso, Domanda: si articola nelle seguenti fasi:

  • Valutazione dei titoli - punteggio massimo attribuibile 30/30;

  • Prova orale - punteggio massimo attribuibile 30/30;

  • Attività di lavoro e formazione - punteggio massimo attribuibile 30/30;

  • Prova scritta relativa ai quiz concorso miur - punteggio massimo attribuibile 30/30.

  • Ciascuna commissione esaminatrice stabilisce preventivamente i criteri e le modalità di valutazione delle prove concorsuali da formalizzare nei relativi verbali, al fine di assegnare i relativi punteggi.

  • L’assenza alle prove concorsuali, qualunque ne sia la causa, anche se dovuta a forza maggiore, e la violazione delle misure per la tutela della salute pubblica a fronte della situazione epidemiologica, comportano l’esclusione dal concorso.

  • Le sedi di svolgimento delle prove concorsuali verranno rese note mediante apposito avviso, da pubblicarsi sulla piattaforma, almeno dieci giorni prima della data stabilita per lo svolgimento delle stesse.

  • Ulteriori comunicazioni concernenti le modalità di espletamento delle prove verranno definite dalle commissioni e fornite ai candidati mediante appositi avvisi, da pubblicarsi sulla piattaforma digitale.

  • L’ammissione alle prove avviene con la piu’ ampia riserva in ordine al possesso dei requisiti di partecipazione previsti dal bando.

Quiz Concorso Miur: Quali materie studiare per la prova scritta

La prova scritta consiste in un test a risposta multipla, quiz concorso miur, sulle specifiche materie attinenti ai singoli profili.

In particolare, le materie del profilo amministrativo sono:

a) Diritto costituzionale;

b) Diritto amministrativo;

c) Diritto civile, con particolare riferimento alle obbligazioni e ai contratti;

d) Diritto dell’Unione europea;

e) Elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la pubblica amministrazione;

f) Diritto del lavoro pubblico, con particolare riferimento alla responsabilità dei pubblici dipendenti;

g) Contabilità pubblica;

h) Organizzazione e management delle pubbliche amministrazioni;

i) Elementi di organizzazione del Ministero dell’università e della ricerca.

Inoltre, la prova del profilo di funzionario per la comunicazione e per l’informazione è basata su:

a) Elementi di diritto costituzionale;

b) Elementi di diritto amministrativo;

c) Elementi di contabilità pubblica;

d) Elementi di diritto dell’Unione europea;

e) Elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la pubblica amministrazione;

f) Elementi di diritto del lavoro pubblico, con particolare riferimento alla responsabilità dei pubblici dipendenti;

g) Teoria e tecniche della comunicazione pubblica;

h) Comunicazione e marketing;

i) Normativa in materia di protezione dei dati personali;

l) Normativa in materia di trasparenza, prevenzione e repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione;

m) Pubbliche relazioni e comunicazione: contenuti della professione e strumenti operativi;

n) Legislazione relativa all’attività d’informazione e comunicazione pubblica;

o) Organizzazione e management delle pubbliche amministrazioni;

p) Elementi di organizzazione del Ministero dell’università e della ricerca.

Le materie della prova per il profilo informatico, invece, sono:

a) Elementi di diritto costituzionale;

b) Elementi di diritto amministrativo;

c) Elementi di contabilità pubblica;

d) Elementi di diritto dell’Unione europea;

e) Elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la pubblica amministrazione;

f) Elementi di diritto del lavoro pubblico, con particolare riferimento alla responsabilità dei pubblici dipendenti;

g) Organizzazione e management delle pubbliche amministrazioni;

h) Elementi di organizzazione del Ministero dell’università e della ricerca;

i) Norme in materia di amministrazione digitale, e-government e dematerializzazione;

l) Metodi di analisi, presentazione e previsione delle tendenze fondamentali individuabili in grandi flussi di dati (Big Data), con particolare riferimento agli strumenti software necessari all’elaborazione;

m) Metodologie e strumenti di Project Management, con particolare riferimento alla data science;

n) Sicurezza dei dati, con particolare riferimento alla Data Privacy;

o) Semantica ed ontologie per la gestione delle informazioni;

p) Machine Learning e servizi cognitivi;

q) Text Mining, Natural Language Processing;

r) Cenni di architetture di reti e dei sistemi di comunicazione con particolar riferimento al cloud computing e alle connesse tematiche di sicurezza;

s) Analisi e progettazione di sistemi informatici con particolare riferimento a sistemi di Data Mining e Business Intelligence, sistemi web;

t) Tecniche e metodi di dematerializzazione e digitalizzazione dei processi di business;

u) Tecniche statistiche a supporto del Data Science.

Quiz Concorso Miur: Valutazione dei titoli

Concorso Miur- tutte le informazioni utili per il concorso

La valutazione dei titoli precede la prova orale.

Tutti i titoli di cui il candidato richiede la valutazione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda e devono essere dichiarati nella domanda di ammissione.

I titoli valutabili non possono superare il valore massimo complessivo di punti 30, ripartiti tra titoli accademici e di studio (massimo 10 punti) e titoli professionali e abilitazioni (massimo 20 punti complessivi), sulla base dei punteggi attribuibili a ciascun titolo.

  • I titoli di studio universitari, ai quali possono essere attribuiti complessivamente 10 punti, sono valutabili esclusivamente se conseguiti presso istituzioni universitarie pubbliche, Università non statali legalmente riconosciute, nonché istituzioni formative pubbliche o private, autorizzate e/o accreditate dal Ministero dell’università’ e della ricerca;

  • Le abilitazioni professionali, per le quali può essere attribuito un punteggio complessivo di 10 punti, sono valutate solo se conseguite previo superamento di esame di Stato;

  • Per la valutazione dei titoli di carriera e di servizio, ai quali possono essere attribuiti complessivamente 10 punti, si applicano i seguenti criteri:

a) Le frazioni di anno sono valutate in ragione mensile considerando, come mese intero, periodi continuativi di giorni trenta o frazioni superiori a quindici giorni;

b) In caso di servizi o rapporti di lavoro contemporanei, è valutato quello piu’ favorevole al candidato;

c) Qualora non vengano dichiarati gli esatti termini temporali d’inizio e fine di ciascun rapporto di lavoro subordinato, di consulenza o di collaborazione professionale, saranno valutati, in carenza del giorno d’inizio o di fine, un solo giorno del mese;

In carenza del mese d’inizio o di fine, un solo giorno dell’anno.

Di seguito riportiamo la ripartizione del punteggio dei titoli valutabili:

TIPOLOGIAPUNTEGGIO
Titoli Accademici e di StudioMassimo Punti 10
Voto di Laurea relativo al titolo utile per l’ammissione al concorsoPunti 0,5 per ogni punteggio superiore alla votazione di 105 e ulteriore punto 1 in vaso di 110 con lode. I diplomi di laurea devono essere riportati a 110. Le eventuali frazioni di voto sono arrotondate per eccesso al voto superiore solo se superiore a 0,50
Diploma di laurea, laurea specialistica o laurea magistrale ulteriore e non utile alla partecipazione al concorsoPunti 2 per ciascun titolo, fino a un massimo di punti 4
Dottorato di ricerca ulteriore e non utile per l’ammissione al concorsoPunti 3 per ciascun titolo, fino a un massimo di punti 6
Diploma di specializzazione ulteriore e non utile per l’ammissione al concorsoPunti 2 per ciascun titolo, fino a un massimo di punti 4
Master universitario di primo livelloPunti 1,5 per ciascun titolo, fino a un massimo di punti 3
Master universitario di secondo livello ulteriore e non utile per l’ammissione al concorsoPunti 2,5 per ciascun titolo, fino a un massimo di punti 5
Abilitazioni professionali previsti dal bandoPunti 2,5 per ciascun titolo, fino a un massimo di punti 10
Titoli di carriera e di servizioMassimo 10 punti
Rapporto di lavoro, a tempo determinato o indeterminato presso le amministrazioni pubblichePunti 3 per anno, fino a un massimo di punti 9
Rapporto di lavoro, a tempo determinato o indeterminato, presso soggetti privati, italiani o stranieri, svolto in settori attinenti al profilo per cui si concorrePunti 2 per anno, fino a un massimo di punti 6
Rapporto di consulenza o collaborazione professionale a favore di soggetti pubblici o privati, italiani e stranieri, ivi compresi gli studi professionali, svolto in settori attinenti al profilo per cui si concorrePunti 1,5 per anno, fino a un massimo di punti 4,5

Quiz Concorso Miur:Concorso Miur 125 esperti cosa studiare per la prova orale?

Superata la prova scritta quiz concorso miur, il candidato sarà chiamato allo svolgimento di quella orale, in questa sezione riassumiamo le materie da studiare ricordando che saranno uguali indipendentemente dal profilo scelto:

  • Diritto costituzionale;
  • Diritto amministrativo;
  • Diritto civile;
  • Diritto dell’Unione europea;
  • Elementi di diritto penale;
  • Diritto del lavoro pubblico;
  • Contabilità pubblica;
  • Elementi di organizzazione del Ministero dell’università e della ricerca.

Concorso Miur: Richiesta accesso agli atti

Qualora, i candidati avessero necessità di voler accedere agli atti della procedura concorsuale, possono inoltrare la richiesta, a mezzo posta elettronica certificata (PEC), all’indirizzo: [email protected].

Con la presentazione della domanda di partecipazione al concorso, il candidato dichiara di essere consapevole che eventuali richieste di accesso agli atti da parte dei partecipanti saranno evase dall’Amministrazione previa informativa ai titolari di tutti gli atti oggetto delle richieste e facenti parte del fascicolo concorsuale del candidato.

A tal fine i candidati, nel caso di legittimo esercizio del diritto di accesso, autorizzano la visione e l’estrazione di copie degli atti inerenti alla procedura concorsuale.

Fino a quando la procedura concorsuale non sia conclusa, l’accesso è limitato ai soli atti che riguardino direttamente il richiedente, con esclusione degli atti relativi ad altri concorrenti.

L’Amministrazione può disporre il differimento al fine di assicurare la riservatezza dei lavori delle commissioni, la tutela dell’anonimato e la speditezza delle operazioni concorsuali.

Quiz Concorso Miur: Come studiare per un concorso pubblico

Per prepararsi al meglio allo studio di un concorso pubblico, vogliamo suggerivi l’utilizzo delle tre tecniche che maggiormente chi vince un concorso ha riferito di aver utilizzato.

I tre step sono i seguenti:

  • Il primo fà riferimento alla lettura, dopo aver preso visione del tempo a disposizione e aver fatto i rispettivi calcoli bisogna iniziare a prendere confidenza con il materiale a disposizione in modo da leggere e immagazzinare più nozioni e concetti possibili;

  • Il secondo step, invece, riguarda la tecnica della memorizzazione, la pietra miliare quando si parla di concorsi pubblici, bisogna abituare la mente a lavorare per associazione ed eventualmente per similitudini in questo modo organizzerete in maniera maniacale i cassetti della memoria, e vedrete la facilità di riportare alla mente velocemente la risposta.

In questa fase, che risulta molto delicata dovrete isolarvi almeno qualche ora al giorno, da tutte le possibili distrazioni come smartphone, social, ecc…

  • Il terzo step, dovrete aver capito quello fatto in precedenza in questo caso vi veniamo in supporto noi con il nostro simulatore, che potrete trovare facilmente e per il concorso a cui avete intenzione di partecipare direttamente sul nostro sito

Quiz Concorso Miur: Comunicazione diario delle prove

I candidati potranno visionare tutti i dettagli relativi alle date delle prove direttamente sul sito istituzionale almeno 10 giorni prima.

Concorso Miur: Concorso Miur disposizioni a favore dei diversamente abili

I candidati affetti da patologie limitatrici della propria autonomia, che ne facciano richiesta, e in possesso della legge 104 nell’espletamento della prova scritta, saranno supportati da personale individuato dall’Amministrazione.

Il candidato diversamente abile deve specificare, nella domanda di partecipazione al concorso miur, la richiesta di ausili e/o tempi aggiuntivi eventualmente necessari per lo svolgimento della prova scritta.

Lo stato di disabilità dovrà essere attestato da apposita dichiarazione resa dalla commissione medico legale dell’A.S.L. Di riferimento o da struttura pubblica equivalente e trasmessa, con le modalità indicate nella piattaforma, contestualmente alla domanda di partecipazione al concorso ovvero entro un congruo termine e comunque non oltre i venti giorni successivi alla data di pubblicazione delle graduatorie provvisorie.

Quiz Concorso Miur: Batteria quiz Miur 125 posti esperti

In conclusione del nostro articolo, vogliamo farvi prendere visione di una piccola batteria di domande di quiz concorso miur, non ufficiali estrapolate dal concorso miur per funzionari che prevedeva la somministrazione di quiz fatti in precedenza, inoltre vi invitiamo a una rigida e mirata preparazione utilizzando anche il simulatore presente nel nostro sito completo, facile da utilizzare e studiato per ogni tipologia di concorso.

Domanda:

La sovranità popolare si esprime indirettamente attraverso:

Risposta:

Gli organi rappresentativi del popolo

Domanda:

Mantenere una associazione indissolubile tra il documento e la corrispondente registrazione di protocollo; nel caso di supporto cartaceo l’associazione è manifesta.

Domanda:

Ai sensi dell’art. 100 del D. Lgs 50/2016, in sede di offerta gli operatori economici:

Risposta:

Dichiarano di accertare i requisiti particolari nell’ipotesi in cui risultano aggiudicatari

Domanda::

Il conferimento, alle Regioni, alle Province, ai Comuni, ecc. Di funzioni e compiti amministrativi (comma 2, art. 1 D.Lgs. N. 112/1998):

Risposta:

Comprende anche le funzioni di organizzazione e le attività connesse e strumentali all’esercizio delle funzioni e dei compiti conferiti.

Domanda::

Nelle c.d. “Linee Guida sul FOIA”, l’ANAC chiarisce che, sotto il profilo dell’ambito oggettivo, relativamente all’accesso generalizzato.

Risposta:

Le richieste non devono essere generiche, ma consentire l’individuazione del dato, del documento o dell’informazione, con riferimento, almeno, alla loro natura e al loro oggetto.

Domanda:

Quanto al Presidente della Regione, possono distinguersi tre ordini di funzioni:quelle che competono nelle sua veste di Presidente della Regione, quelle che spettano in qualità di Presidente della Giunta, quelle di cui è investito come organo di vertice dell’Amministrazione regionale. Tra le seconde figura.

Risposta:

La ripartizione dei compiti tra gli assessori.

Domanda::

Ai sensi dell’art. 41, co. 4, d.Lgs. 33/2013, è pubblicato l’elenco aggiornato delle strutture sanitarie private accreditate.

Risposta:

Ogni anno

Domanda::

I certificati rilasciati dalla Pubblica Amministrazione, ai sensi del D.P.R. N. 445/00, hanno validità

Risposta:

Illimitata se riguardano stati, qualità personali e fatti non soggetti a modificazione.

Domanda:

Ai sensi dell’art. 125 del D. Lgs 50/2016, si può ricorrere alla procedura negoziata se la concorrenza è assente per motivi tecnici. Tale eccezione si applica.

Risposta:

Solo quando non esistono sostituti o alternative ragionevoli e l’assenza di concorrenza non è il risultato di una limitazione artificiale dei parametri dell’appalto.

Domanda:

I c.d. Interessi di fatto:

Risposta:

Sono gli interessi da tutti vantati all’osservanza da parte dell’amministrazione di doveri pubblici posti a vantaggio della collettività indifferenziata.

Domanda::

La richiesta di accesso ai documenti amministrativi, presentata in via informale, ai sensi del D.P.R. N. 184/06, è esaminata.

Risposta:

Immediatamente e senza formalità

Domanda:

Ai sensi delle ultime modifiche normative, quale tipo di responsabilità del pubblico dipendente è stata introdotta dal legislatore?

Risposta:

Responsabilità per danno all’immagine della P.A.

Domanda::

Con riguardo agli stati patologici, l’atto amministrativo può essere ineseguibile, invalido, irregolare, ecc. È irregolare.

Risposta:

Quando l’atto presenta un vizio per il quale la legge non commina conseguenze negative per gli effetti tipici dell’atto, ma solo delle sanzioni amministrative a carico dell’agente.

Domanda:

A norma delle disposizioni contenute nel D.Lgs. N. 165/2001, è obbligatoria, per l’accesso all’impiego pubblico, la conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse?

Risposta:

Si, dal 1° gennaio 2000

Domanda:

La legge n. 241/90 ha introdotto l’obbligo generale di motivazione del provvedimento amministrativo. Conseguentemente, un provvedimento insufficientemente motivato è:

Risposta:

Viziato per violazione di legge.

Domanda:

L’art. 27 co.2 del Dlgs 33/2013 e successive modifiche, stabilisce che le informazioni relative agli obblighi di pubblicazione dell’elenco dei soggetti beneficiari di cui al co 1 del medesimo articolo sono pubblicate.

Risposta:

Nell’ambito della sezione “Amministrazione trasparente”

Domanda::

Ai sensi dell’art. 45, co. 3, d.Lgs. 33/2013, l’autorità nazionale anticorruzione può inoltre avvalersi delle banche dati istituite presso:

Risposta:

La Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della funzione pubblica per il monitoraggio degli adempimenti degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente.

Domanda::

È possibile non dar luogo alla comunicazione di avvio del procedimento (art. 7 l. N. 241/1990) nel momento in cui ricorrono ragioni d’impedimento dettate da particolari ragioni d’urgenza?

Risposta:

Si, come ad esempio i provvedimenti contingibili ed urgenti emessi dal Sindaco

Domanda:

I conferimenti delle funzioni amministrative, da parte delle regioni alle province, ai comuni e agli altri enti locali che non richiedono l’unitario esercizio a livello regionale, devono avvenire nell’osservanza dei principi fondamentali indicati al comma 3, all’art. 4 della L. N. 59/1997. Con l’attribuzione alla regione dei compiti e delle funzioni amministrative non assegnati secondo il principio di sussidiarietà e delle funzioni di programmazione si attua:

Risposta:

Il principio di completezza.

Domanda::

Sono fatti salvi i casi di esclusione del diritto di accesso alle informazioni ambientali di cui all’articolo 5 del decreto legislativo 19 agosto 2005, n.195?

Risposta:

Si, sono fatti salvi ai sensi dell’art. 40, co., 3 d. Lgs. 33/2013

Domanda::

Affinché un atto amministrativo, sia valido ed efficace occorre che, oltre agli elementi costitutivi, sussistano anche i requisiti la cui mancanza incide sulla legittimità o sull’efficacia dell’atto. Quale tra i seguenti è un requisito di efficacia?

Risposta:

I controlli.

Domanda::

Il CapoII della l. N. 241/1990 è riservato alla regolazione della figura del responsabile del procedimento, ovvero del soggetto al quale è affidato il delicato ruolo di autorità di guida di ciascun procedimento amministrativo. Esso:

Risposta:

Valuta, ai fini istruttori, le condizioni di ammissibilità, i requisiti di legittimazione ed i presupposti che siano rilevanti per l’emanazione di un provvedimento.

Domanda:

Visto, approvazione, omologazione, annullamento d’ufficio in sede di controllo. Indicare quale affermazione sui citati atti di controllo è corretta.

Risposta:

L’annullamento d’ufficio in sede di controllo è un controllo proprio di ogni autorità amministrativa nei confronti di organi gerarchicamente subordinati.

Domanda:

Le disposizioni del Codice dell’amministrazione digitale si applicano.

Risposta:

Nel rispetto della disciplina rilevante in materia di trattamento dei dati personali e, in particolare, delle disposizioni in materia di protezione dei dati personali di cui al D.Lgs. N. 196/2003.

Domanda:

Nell’ambito del Piano Nazionale Anticorruzione 2016, approvato con Delibera n. 831 del 3 agosto 2016, per quanto riguarda gli Ordini e Collegi Professionali si ritiene che.

Risposta:

Quelli di piccole dimensioni possano stipulare accordi ai sensi dell’art. 15 della L. 241/90, purché appartenenti ad aree territorialmente limitrofe e appartenenti alla medesima categoria professionale o a categorie professionali omogenee.

Domanda:

Ogni quanto tempo le pubbliche amministrazioni aggiornano gli elenchi dei provvedimenti amministrativi adottati dagli organi d’indirizzo politico e dai dirigenti?

Risposta:

Ogni sei mesi

Domanda:

Ai sensi dell’art. 126 del D. Lgs 50/2016, per il tramite della Cabina di regia sono messe a disposizione degli altri Stati membri, su richiesta.

Risposta:

Le informazioni relative alle prove e ai documenti presentati conformemente agli articoli 68, comma 8, 69 e 82, commi 1 e 2.

Domanda:

Quanto ai limiti che incontra la potestà regolamentare, i regolamenti.

Risposta:

Non possono: derogare alla Costituzione, derogare o contrastare con le leggi ordinarie, regolare materie che la Costituzione riserva alla legge costituzionale o ordinaria, prevedere fattispecie o sanzioni penali, derogare al principio d’irretroattività; se emanati da autorità inferiore non possono contenere previsioni configgenti con quelle adottate da autorità superiori.

Domanda:

Ai sensi dell’art. 108 del D. Lgs 50/2016, in sede di liquidazione finale dei lavori, Domanda: servizi o forniture riferita all’appalto risolto, l’onere da porre a carico dell’appaltatore é determinato:

Risposta:

Anche in relazione alla maggiore spesa sostenuta per affidare ad altra impresa i lavori ove la stazione appaltante non si sia avvalsa della facoltà prevista dall’articolo 110, comma 4.

Domanda:

Affinché l’atto amministrativo oltre che perfetto sia valido ed efficace occorre che oltre agli elementi costitutivi sussistano anche alcuni requisiti, la cui mancanza incide sulla legittimità o sull’efficacia del medesimo. I requisiti d’efficacia.

Risposta:

Sono richiesti affinché l’atto già perfetto, possa produrre i suoi effetti.

Domanda:

Con riferimento al riesame dei provvedimenti amministrativi, la proroga:

Risposta:

Ricorre quando l’Amministrazione differisce il termine di scadenza dell’atto a un momento successivo, rispetto a quello previsto dall’atto stesso.

Domanda:

Attraverso la procedura di soccorso istruttorio, in caso di mancanza, incompletezza e di ogni altra irregolarità essenziale degli elementi e del DGUE, cosa può fare la stazione appaltante?

Risposta:

Salve le irregolarità afferenti all’offerta economica e tecnica, assegna un termine, non superiore a 10 giorni, perché siano rese, integrate o regolarizzate le dichiarazioni necessarie; ciò a pena di esclusione dalla gara.

arrow-leftcharm-refreshgreen-checkpark-outline-timersmall-arrow-leftuil-pen