arrow-sharparrowarticle-iconcross-iconlogo-darklogo-whitemenu-leftnot-foundpolygonquiz-iconstar-emptystar-fullstar-half
account-outlineapp-storearrow-leftarrow-rightbell-with-red-dotbellbillcartcautioncheckcheckbox-checked-filled-squarecheckbox-squarechevron-downcircel-green-checkclosecountry-aucountry-brcountry-cacountry-decountry-escountry-frcountry-gbcountry-incountry-itcountry-ptcountry-uscross-iconcubodelete-binedit-penemailexternal-linkfilefilesfilterfoldersfooter-applefooter-facebookfooter-instagramfooter-linkedinfooter-play-storefooter-twittergare-with-red-dotgareglobal-minusglobal-plushome-outlinelinklogoutmenupayment-method0payment-method1payment-method2payment-method3payment-method4payment-method5payment-method6payment-method7play-storepolygonquestion-filesearchsendspinnersuccess-thumps-uptelegramterminalwhats-app
4.6 (471 Voti)

Quiz Patente A2: La patente di categoria a2 abilita anche alla guida?

A2

Motorizzazione Civile - Quiz Patente A2

INIZIA QUIZ

Ecco i prodotti più richiesti... Provali ora!

Patente A2 quiz: Da chi può essere conseguita, documenti da preparare e simulatore per l’esercitazione

23 min. 19/09/2021 14/01/2022

La patente A2 quiz, può essere conseguita al compimento del 18 anno di età, questa abilitazione conferisce la possibilità di guidare motocicli con le seguenti caratteristiche, potenza non superiore a 35 kW con un rapporto potenza/peso non superiore a 0,2 kW/kg e che non siano derivati da una versione che sviluppa oltre il doppio della potenza massima, nel nostro articolo torneremo ancora sul punto fornendovi informazioni più dettagliate.

Vogliamo, anche ricordarvi prima di addentraci in modo approfondito sull’argomento che dal 2020 una nuova direttiva ha imposto agli Stati membri della Comunità Europea una revisione sulle norme che regolano le modalità di svolgimento dell’esame pratico. Infatti, da novembre 2020 i candidati hanno la possibilità di sostenere la prova pratica con moto o scooter.

Inoltre, all’interno della nostra guida potrete trovare direttamente il simulatore creato ad hoc, da personale qualificato, per aiutarvi nell’esercitazione in vista dell’esame che dovrete sostenere per realizzare il vostro sogno.*

Patente A2 quiz: Chi la rilascia e come ottenerla ?

Quiz patente a2 - Quiz patente A2 informazioni utili per la petente

La patente di guida, rappresenta il documento principale per tutte le persone che per le proprie necessità devono condurre un mezzo di trasporto a motore su strada, ma prima di ottenerla bisogna sostenere i quiz patente a2.

Questa, determina la possibilità di circolazione e conduzione del mezzo, una volta svolti tutti gli adempimenti burocratici e il relativo esame teorico/pratico e valutati i requisiti psicofisico del candidato, che ne attestino l’idoneità.

La patente A2 quiz, come tutte le altre patenti di guida viene rilasciata dall’ufficio provinciale del Dipartimento Trasporti Terrestri, questo ente non è sconosciuto al grande pubblico ma è la vecchia Motorizzazione civile, infatti, per semplificare l’iter il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha voluto decentrare la funzione.

Molti si chiedono, come poter iscriversi per ottenere questo documento e noi, siamo qui per fare luce su questo quesito.

Due sono le uniche e possibili modalità, la prima consiste nell’iscrizione autonoma, la cosiddetta da “privatista”, la seconda è più conveniente invece, è l’iscrizione presso le scuole guida autorizzate, in ogni caso ricordiamo la necessità si sostenere l’esame teorico attraverso i quiz patente a2.

Il MIT, nel corso del tempo per dare una spinta innovativa e facilitare ulteriormente le procedure burocratiche, ha rafforzato e ramificato ulteriormente gli uffici territoriali prima con i Servizi Integrati, con sedi a Bari, Bologna, Firenze, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia e, successivamente con l’introduzione delle cinque Direzioni Generali a Bari, Milano, Napoli, Roma e Venezia.

Questi due organi sono le strutture periferiche che coordinano le attività degli uffici territoriali della motorizzazione.

Patente A2 quiz: Cilindrata massima

Una nuova direttiva entrata in vigore nel gennaio 2013, ha stabilito la possibilità di guidare con la patente A2 quiz, ciclomotori con potenza fino a 35 KW di potenza, a livello di cv siamo sui 47. Questo è stato un passo avanti rispetto alla regolamentazione precedente che imponeva il vincolo dei 25 KW, prima però c’è bisogno di svolgere i quiz patente a2, una volta ammessi all’esame.

Detto questo, è doveroso mettervi a conoscenza di un altro limite previsto dalla normativa, cioè il problema relativo alla moto depotenziata che anche se può essere guidata dai possessori della patente A2 quiz, non può avere la potenza d’origine superiore ai 70 KW, quantificabili in 95 CV.

Patente A2 quiz: Limitazioni moto depotenziate

Come già accennato nella sezione precedente, non è da escludere una possibile moto depotenziata dalla guida della patente A2, sia per i possessori di un ciclomotore con potenza superiore alla normativa che prevede i 70 KW iniziali, che a questo punto possono essere depotenziati seguendo l’iter previsto, oppure acquistare una moto già depotenziata da listino con l’obiettivo nel corso del tempo di fare l’upgrade dalla patente A2 alle patenti di categoria superiore e quindi aggiornare anche la potenza della moto.

Ricordiamo anche il limite di velocità, consentito dal Codice della Strada per i neopatentati nei primi tre anni dal conseguimento dell’abilitazione, ovvero 90 km/h sulle strade extraurbane e 100 km/h in autostrada.

Quiz Patente A2: Moto che si possono guidare con patente A2

Molti si chiederanno ma con la patente a2 che moto si possono guidare?, abbiamo fatto chiarezza su KW, potenza, cavalli e depotenziamento, ma vogliamo fare di più per i nostri lettori, in primis ricordate che si devono superare i quiz patente a2.

Vogliamo farvi presente, in modo concreto alcuni modelli che presentano tutte le caratteristiche previste dalla legge. Dopo aver superato l’esame relativo alla patente A2 quiz e sostenuto con successo i quiz patente a2, i candidati possono guidare una grande quantità di motocicli come ad esempio Aprilia Shiver che oltre ad avere i requisiti richiesti presenta una design unico e raffinato, inoltre continuando a ricercare nei vari cataloghi abbiamo individuato: MV Agusta Brutale 675, Ducati Monster 797 depotenziata e la Scrambler Sixty2, Benelli BN302, TRK502 e 402 S, anche Moto Guzzi ha dei bolidi niente male con la versione da 48 CV della V7.

Oltreoceano, invece abbiamo le eccellenze brandizzate Harley Davidson, con i modelli guidabili con patente A2: dove rientra tutta la gamma 883 e la Street 750 depotenziata.

Mentre tantissime sono le moto provenienti dall’oriente come le Honda CB 300R e CB500X, alcune Suzuki e Kawasaki Versys-X 300, Z650 depotenziata, Z400, Z900 depotenziata e Ninjia 400.

Queste sono le moto più vendute in Italia, guidabili con la patente A2 Benelli TRK502 Leoncino 500, le Honda CB500X e CB500F, e la Fantic Caballero 500 Flat Track.

Patente A2 quiz: Costo patente A2 e documenti

Per ottenere la patente di guida A2, esistono due soluzioni quella da privatista presso la Motorizzazione Civile e quella più classica tramite autoscuola. A seconda della scelta del candidato ci sarà una variazione dei prezzi.

Nel primo caso:

  • Versamento da 26,40 euro, i cui bollettini precompilati sono disponibili presso gli uffici della motorizzazione;
  • Marca da bollo da 16,00 euro;
  • 3 fotografie nitide, 2 da presentare libere e 1 in allegato alla dichiarazione sostitutiva di residenza;
  • Visita medica specifica (presso l’ASL di riferimento, ha costi variabili).

Fatti due ipotetici conti, la patente A2 ha un costo da privatista di circa 150,00 euro.

Nel secondo caso, invece il costo sale a circa 250,00 euro.

La differenza tra le due modalità è sostanziale, sia in qualità di tempo che economica per il candidato, perchè se da privatista si trova a risparmiare intorno a 100 euro, dovrà svolgere da solo tante operazioni: presso gli uffici della MCTC e non solo.

Invece, con il supporto di un’autoscuola, tutte le operazioni burocratiche da svolgere saranno effettuate con il supporto dell’ente come la visita medica in sede, compresa la prenotazione degli esami. Ma questa comodità ha un costo.

Dopo aver effettuato, tutto questo, si inizia con la preparazione dei quiz patente a2.

Patente A2 quiz: Come prendere la patente A2 e l’esame di guida patente A2

Molto importante risulta, per coloro che si trovano ad affrontare l’esame per la patente A2 quiz, il fattore tempo. Infatti, il nuovo criterio di valutazione ha introdotto questo nuovo dato in aggiunta agli altri strumenti di valutazione usati dagli esaminatori, come la destrezza e la capacità di controllare la moto.

Ma prima di approfondire i contenuti dell’esame pratico, se il candidato non è in possesso già di una patente di categoria A oppure B dovrà affrontare lo scoglio dell’esame teorico con i quiz patente a2, che richiede un’adeguata preparazione.

Ma non preoccupatevi abbiamo pensato a rafforzarvi anche sotto questo punto, in vista dei quiz patente a2.

Infatti, l’esame prevede la somministrazione di un quiz patente a2 di 40 domande dove è possibile rispondere vero o falso, il tempo a disposizione è di 30 minuti.

La prova si ritiene superata con un margine di 4 errori, quiz patente a2.

Di seguito per farvi un’idea sulle possibili domande e quindì iniziare una buona preparazione in vista dei quiz patente a2, abbiamo pensato di riportare qualche domanda:

DomandaRisposta
Con la patente di categoria A2 si possono condurre i motocicli (con o senza carrozzetta) di potenza fino a 35 kW, rapporto potenza/peso non superiore a 0,2 kW/kg purché non siano derivati da una versione dello stesso modello che sviluppi oltre il doppio della potenza massimaV
La patente di categoria A2 abilita anche alla guida dei veicoli che si possono condurre con le patenti A1 e AMV
La patente di categoria A2 può essere conseguita da chi ha almeno 18 anni di etàV
La patente di categoria A2 consente al titolare di trasportare un passeggero solo se il posto del passeggero è previsto sulla carta di circolazione del veicoloV
Il titolare di patente di categoria A2 da almeno due anni, può conseguire la patente A che abilita alla guida di tutti i motocicli, anche se ha meno di 24 anniV
Il titolare di patente di categoria A2 può condurre anche le macchine agricole che rientrano nei limiti di sagoma e di massa dei motoveicoliV
La patente di categoria A2 può essere conseguita da chi ha almeno 20 anni di etàF
Con la patente di categoria A2 si possono condurre i motocicli (con o senza carrozzetta) di potenza fino a 25 kW, rapporto potenza/peso non superiore a 0,2 kW/kg purché non siano derivati da una versione che sviluppa oltre il triplo della potenza massimaF
Il titolare di patente di categoria A2 da almeno due anni, può conseguire la patente A che abilita alla guida di tutti i motocicli, solo se è già in possesso della patente di categoria AM ed ha più di 24 anni di etàF
Il titolare di patente di categoria A2 non può condurre motocicli di cilindrata superiore a 150 cm3 e di potenza superiore a 25 kWF
La patente di categoria A2 può essere conseguita solo se si è già in possesso della patente di categoria A1F
La patente di categoria A2 consente di guidare solo i ciclomotori e i quadricicli leggeriF
La patente di categoria A2 non consente di condurre alcun tipo di triciclo a motoreF
I massimali della polizza di assicurazione R.C.A. (responsabilità civile auto) sono gli importi massimi che l’impresa assicuratrice si impegna a pagare, in caso d’incidenteV
Se un infortunato della strada ha un’abbondante emorragia esterna è opportuno, se possibile, mettere il ferito in posizione seduta o sdraiata, in attesa che arrivino i soccorsiF
Soccorrere un ferito della strada può significare salvargli la vitaV
Il limite massimo di velocità sulle strade extraurbane principali è ordinariamente di 110 km/h per i motocicliF
I tamponamenti stradali avvengono principalmente per la forte velocitàV
La sospensione della patente è disposta quando il titolare non è più in possesso dei requisiti moraliF
È vietato sorpassare sulle corsie di accelerazione o di decelerazioneV
Durante la marcia sulle autostrade e strade extraurbane principali è obbligatorio l’uso dei proiettori anabbaglianti anche di giornoF
La distanza minima di sicurezza se si viaggia a 150 km/h deve essere di circa 25 metriV
La spia che indica il mancato agganciamento delle cinture può essere disabilitata dal conducente con apposito comando posto sul cruscottoF
Il marciapiede consente la sosta dei veicoli solo in presenza di apposite strisce di parcheggioV
La distanza di sicurezza dipende dall’efficienza del freno a manoF
Fuori dei centri abitati, la sosta e la fermata sono vietate in corrispondenza e in prossimità delle aree d’intersezioneV
I catadiottri vanno accesi insieme alle luci di posizioneV
Il conducente coinvolto in un incidente stradale per la denunzia all’assicurazione può avvalersi degli appositi moduli prestampati forniti dalla propria assicurazioneV
Fuori dei centri abitati, di notte, quando mancano o sono insufficienti le luci posteriori di posizione o di emergenza, è obbligatorio presegnalare il veicolo, fermo sulla carreggiata, con il segnale triangolare mobile di pericoloV
L’uso corretto della strada comporta che si proceda a velocità elevata per non creare intralcioV
È obbligatorio ridurre la velocità e all’occorrenza fermarsi quando i pedoni, che sono sul percorso, danno segni d’incertezzaV
La pericolosità del sorpasso è determinata dal rischio di collisione, in fase di avvicinamento, con il veicolo da sorpassareF
Durante le operazioni di sostituzione di una ruota tramite il martinetto (cric), bisogna evitare di mettersi sotto il veicoloF
Nelle strade a doppio senso non è consentito effettuare l’inversione del senso di marcia in tutti i casi di scarsa visibilitàV
Per ridurre l’inquinamento dell’aria provocato dalla circolazione dei ciclomotori il conducente deve marciare alle più elevate velocità permesse dal codice e dai segnali stradaliV
L’uso di droghe, anche se fatto una sola volta, è pericoloso perché può modificare, anche temporaneamente, la percezione della realtàF
Il conducente del ciclomotore deve sapere che l’assicurazione risarcirà sempre i danni subiti dal passeggero trasportatoF
L’assunzione di alcool influenza la guida in quanto diminuisce il livello di attenzioneF
La fatica provoca incertezza nella valutazione della distanzaV
Relativamente all’uso degli specchietti retrovisori di un ciclomotore è bene sapere che devono essere mantenuti sempre efficienti e in buone condizioniV
Dopo un incidente stradale senza danni alle persone occorre collocare subito il veicolo sul marciapiedeF
Soccorrere un infortunato sulla strada è obbligatorio solo per i medici e il personale sanitarioF
Dopo un incidente stradale senza danni alle persone occorre, non potendo spostare il ciclomotore, segnalarne la presenza sulla stradaV
Se vi sono feriti a seguito di un incidente stradale si deve avvertire rapidamente il 112, il 113 o il 118V
Soccorrere un infortunato sulla strada non è obbligatorioF
Se, guidando un ciclomotore, si urta un veicolo in sosta, si può andare via se nessuno ha vistoF
Se sulla strada si trovano degli oggetti pericolosi (bottiglie di vetro, sassi o pezzi di legno), occorre prevedere il possibile rischio di cadere, passandovi sopra con la ruota del ciclomotoreV
Su un ciclomotore, il carico trasportato deve essere fissato su manubrio, parafanghi e forcellaF
Se vi sono feriti a seguito di un incidente stradale si deve somministrare loro bevande alcoolicheF
La responsabilità penale derivante da incidente stradale è personaleV
L’assunzione di stupefacenti influisce sulla guida perché migliora la capacità visivaF
Dopo il cambio d’olio del motore, è opportuno bruciare l’olio esausto (usato)F
Su un ciclomotore, il carico trasportato deve essere saldamente fissato, in modo da non comportare pericolo durante la guidaV
La fatica provoca sonnolenzaV
La fatica si manifesta solo di notteF
La responsabilità civile derivante dall’incidente stradale è a carico dell’impresa assicuratrice anche per danni superiori ai massimaliF
La sonnolenza si manifesta spesso nei percorsi impegnativiF
Se altri utenti della strada non ci danno la precedenza, occorre fare tutto il possibile per evitare l’incidente, anche fermandosi se necessarioV
L’uso di droghe, anche se fatto una sola volta, è pericoloso perché si incorre nel fermo amministrativo del veicoloF
Quando, ad un incrocio, al segnale di via libera il veicolo che sta davanti non riparte subito, è opportuno evitare di superarlo con manovre errate o improprieV
La responsabilità civile derivante dall’incidente stradale obbliga il responsabile al risarcimento del danno causatoV
Lo stato di ebbrezza durante la guida è vietato solo nel fine settimanaF
Lo stato di ebbrezza durante la guida è vietato solo nel fine settimanaF
Dopo un incidente stradale senza danni alle persone occorre collocare subito il veicolo sul marciapiedeF
Dopo un incidente stradale senza danni alle persone occorre presentare in ogni caso denunzia al più vicino commissariato di poliziaF
Dopo un incidente stradale senza danni alle persone occorre, non potendo spostare il ciclomotore, chiamare il soccorso stradale e rimanere sul posto in attesaV
Con il fondo stradale bagnato si frena meglioF
Al fine di evitare il prodursi d’incidenti stradali, il conducente controllerà spesso il corretto funzionamento degli organi dello sterzo (manubrio)V
In caso di nebbia fitta è opportuno entrare velocemente nel banco di nebbia, per poterne uscire al più prestoF
Su strade coperte di neve o ghiaccio è opportuno tenersi a maggior distanza dal veicolo che precedeV
Può essere causa d’incidente la sfortunaF
Conducendo un ciclomotore non bisogna sovraccaricare il veicolo per non comprometterne la stabilitàV
Le cause più frequenti d’incidenti stradali dipendono dal comportamento umanoV
In presenza di una galleria è necessario rallentare l’andatura prima di entrareV
Sulla strada è vietato adeguare la velocità in relazione alle sue caratteristicheF
È obbligatorio dare la precedenza a destra e a sinistra quando ci si immette nel flusso della circolazioneV
In presenza di una galleria è necessario tenere saldo il manubrio per fronteggiare colpi di vento laterale all’uscitaV
È obbligatorio dare la precedenza a destra e a sinistra quando si effettua l’inversione del senso di marciaV
Il fenomeno dell’aquaplaning fa scivolare le ruote sullo strato di acqua compressaV
Conducendo un ciclomotore si deve guidare in posizione eretta per non affaticare la colonna vertebraleV
La polizza di assicurazione per la responsabilità civile copre la responsabilità civile, oltre i massimaliF
Sulla strada è vietato fermare momentaneamente il veicolo lungo il margine destroF
In caso di forti piogge il conducente deve evitare di frenare in modo improvviso e bruscoV
In caso di traffico intenso, il conducente deve adeguarsi alla velocità del traffico che scorre sulla corsia su cui sta viaggiandoV
L’aderenza delle ruote sull’asfalto è ridotta da asfalto molto ruvidoF
Può creare pericolo o intralcio alla circolazione fermarsi sul lato destro della stradaF
Conducendo un ciclomotore, in caso di pioggia bisogna fare particolare attenzione perché le buche piene d’acqua sulla strada sono difficili da individuareV
In caso di forti piogge il conducente deve percorrere le forti discese con il freno sempre azionatoF
In relazione al contratto di assicurazione stipulato, l’impresa assicuratrice deve rilasciare al contraente un estratto del codice civile contenente articoli che riguardano l’assicurazione di ciclomotoriF
Di notte, incrociando un veicolo con fari a luce abbagliante accesi, occorre rallentare adeguatamente ed eventualmente fermarsiV
L’aderenza delle ruote sull’asfalto è ridotta da bassa velocitàF
Causa frequente d’incidenti dovuti alle condizioni della strada può essere strada coperta di foglieV
Può essere causa d’incidente affrontare una curva a velocità eccessivaV
Per garantire la sicurezza della circolazione dei veicoli ed evitare incidenti è necessario, fra l’altro, aumentare la pressione dei pneumatici per migliorarne l’aderenzaF
Marciando a una velocità di 45 km/h in un secondo vengono percorsi circa 13 mV
L’attenzione di un guidatore diminuisce quando si ha uno stato d’animo alteratoV
Nell’eseguire la manovra di sorpasso bisogna segnalare la manovra azionando l’indicatore di direzioneV
Il conducente è tenuto a regolare la velocità in base alle caratteristiche e alle condizioni della stradaV
È obbligatorio ridurre la velocità e all’occorrenza fermarsi quando i pedoni che si trovano sul percorso danno segni d’incertezzaV
Giungendo in prossimità di un incrocio si deve sorpassare a sinistra se vogliamo svoltare a destraF
Si è tenuti a regolare la velocità in base alla velocità dei veicoli che ci seguonoF
Il sorpasso a destra è permesso quando si percorre un tratto di strada a traffico molto lentoF
Per garantire la sicurezza della circolazione ed evitare incidenti è necessario, fra l’altro far controllare periodicamente, ad un meccanico, l’efficienza del ciclomotoreV
Occorre verificare frequentemente l’efficienza dell’impianto frenanteV
Il proprietario di un ciclomotore ha l’obbligo di effettuare la revisione periodica al proprio veicolo a quattro anni dalla immissione in circolazioneV
Il clacson non può essere usato per motivi diversi da quelli legati alla circolazione stradaleV
Viaggiare sul ciclomotore con casco e visiera alzata, ci espone al rischio di fastidiosi impatti con insettiV
Durante la marcia, l’uso dei proiettori a luce abbagliante è vietato quando si segue un veicolo a breve distanzaV
Durante la marcia, l’uso dei proiettori a luce abbagliante è vietato nei centri abitati, solo in caso di pioggiaF
Circolando con pneumatici a pressione inferiore a quella consigliata dalla casa costruttrice si ha maggior consumo di carburanteV
I pneumatici che presentano lesioni sui fianchi possono essere usati senza problemiF
È permesso lampeggiare con le luci abbaglianti per segnalare al veicolo che precede l’intenzione di sorpassareV
Prima di partire con il ciclomotore è necessario controllare il regolare funzionamento dei comandi dei freniV
Il clacson può essere usato fuori dai centri abitati se le circostanze lo rendono consigliabileV
Per la propria sicurezza è necessario non pulire mai la visiera del cascoF
È vietato modificare il motore del ciclomotore per consentirgli di superare i 45 km/hV
Quando si frena con un ciclomotore su una superficie stradale asciutta bisogna utilizzare solo il freno anterioreF
Occorre verificare frequentemente che i pneumatici siano più gonfi di quanto indicato dal costruttoreF
Il battistrada dei pneumatici dei ciclomotori deve essere verificato frequentementeV
Fuori dai centri abitati, si deve sempre usare il clacson se si intende sorpassareF

Patente A2 quiz: Foglio rosa e validità

Patente A2 quiz - Quiz patente A2 tutte le informazioni per ottenere la patente

Superato l’esame teorico e quindi superati i quiz patente a2, al candidato verrà rilasciato il classico foglio rosa, per iniziare ad esercitarsi in vista della prova pratica.

Il foglio rosa, ricordiamo, può essere ottenuto soltanto dopo la prova dei quiz patente a2, è valido 6 mesi e consente al candidato di ripetere la prova pratica per la patente al massimo due volte, in caso di esito negativo.

Patente A2 quiz: Esame pratico

Inoltre il decreto ha aperto la strada all’obbligo dell’abbigliamento tecnico per chi va in moto oltre al casco integrale. L’articolo 2 del decreto determina che i candidati alla patente delle moto devono indossare:

  • Casco integrale;
  • Guanti;
  • Giacca con protezione dei gomiti e delle spalle;
  • Scarpe chiuse;
  • Pantaloni lunghi e protezioni delle ginocchia;
  • Paraschiena;

Di seguito facciamo una breve illustrazione degli esercizi previsti per l’esame quiz patente A2, il primo è quello definito dello slalom.

Questo esercizio viene eseguito a bassa velocità, in quanto il candidato deve essere in gradi di controllare la moto e quindi l’equilibrio.

Per questo esercizio viene predisposto un percorso formato da uno slalom su 18,2 metri di lunghezza e di 2,2 metri di larghezza, in questo contesto il candidato dovrà essere in grado anche di fare inversione su un tornante di 4 metri di raggio ed entrare nel corridoio di coni stretto 1,3 metri. La prova non viene superata se il candidato:

  • Tocca uno o più coni;
  • Salta un cono durante lo slalom o esce dal percorso;
  • Mette un piede a terra, coordina in modo irregolare la guida dimostrando scarsa abilità;
  • Impiega un tempo inferiore a 15 secondi per completare il percorso.

Il secondo esercizio è quello di evitare un ostacolo a 50 Km/h questo è atto a verificare la capacità di condurre il veicolo a 50 Km/h, in 25 secondi. Oltre questo appena menzionato, dovrà essere in grado di raggiungere la velocità utile, lo spazio necessario all’esercizio e alla prova d’esame dove poter contare su un corridoio di almeno 70 metri lungo i quali l’allievo deve percorrere uno slalom, percorrere un tornante per fare inversione a U e, dopo un rettilineo di lancio, mostrare di saper evitare un ostacolo percorrendo un tragitto obbligato largo 1 metro, fino a fermare la ruota anteriore in un quadrato delimitato dai coni. La prova non viene superata se il candidato:

  • Tocca uno o più coni;
  • Salta un cono durante lo slalom o uscire dal percorso;
  • Mette un piede a terra;
  • Coordina in modo irregolare la guida, dimostrando scarsa abilità;
  • Arresta il motociclo con la ruota anteriore che non ha superato il primo allineamento o che ha superato il secondo allineamento;
  • Impiega un tempo superiore a 25 secondi per completare il percorso.

Patente A2 quiz: validità e rinnovo

È obbligatorio, e su questo la legge non ammette nessun tipo di giustificazione, in merito alla validità della patente di guida.

Infatti, la quiz patente A2 ha una validità, che può essere individuabile sul documento stesso.

Per il rinnovo è sufficiente una visita medica che accerti l’idoneità dei requisiti fisici e tecnici dei candidati. Le visite mediche possono essere fatte presso i medici autorizzati, le ASL, le autoscuole oppure gli enti convenzionati.

C’è da sottolineare, di non confondere il rinnovo con la revisione.

Mentre il primo interessa tutti i possessori di patente indistintamente della categoria, la revisione è configurabile come un provvedimento imposto dalle autorità, per verificare la persistenza dei requisiti psicofisici della persona.

La data di scadenza della patente è riportata sul documento stesso, e coincide con la data del compleanno. I tempi di rinnovo variano secondo la tabella seguente.

PatenteA2
Fino a 50 anni10 anni
Tra 50 e 60 anni5 anni
Tra 50 e 65 anni5 anni
Tra 65 e 68 anni5 anni
Tra 68 e 70 anni5 anni
Tra 70 e 80 anni3 anni
Dopo gli 80 anni2 anni

Quiz Patente A2: chi risarcisce il passeggero in caso di sinistro?

Uno dei quesiti più ricercati in rete dopo aver svolto la prova dei quiz patente a2, è proprio quello relativo al risarcimento del danno del passeggero.

Infatti, i possessori di patente A2, essendo conduttori di ciclomotori sono la categoria più esposta a subire danni fisici in questo caso può essere ancora più a rischio il passeggero oltre a colui che guida il mezzo.

Verso questo soggetto, la legge prevede una disciplina più favorevole per essere risarcito più velocemente.

In questo caso, il caposaldo è riscontrabile attraverso l’articolo 141 del Codice delle assicurazioni private, che sancisce qualora vi sia un sinistro che il passeggero deve essere risarcito dalla compagnia assicurativa del conducente della moto, anche quando la colpa del sinistro è di un altro mezzo.

Il passeggero, ha l’obbligo di dimostrare che i danni fisici riportati sono stati effettivamente causati nell’incidente, questo passaggio è molto importante perchè è l’iter che seguono le assicurazioni per evitare il rischio di truffe.

I documenti da presentare all’assicurazione sono i seguenti:

  • Verbale delle forze dell’ordine intervenute nel luogo dell’incidente, che attesti il sinistro;
  • Referto ospedaliero o gli esami medici;
  • Eventuali testimonianze delle persone presenti al momento del sinistro;

Un’altra nota da evidenziare, riguarda la possibilità di non essere risarciti dalle assicurazioni soltanto per i danni fisici, ma anche per i danni ai veicoli, quì però ci sono dei vincoli, il trasportato deve essere in grado di dimostrare di non essere legato da nessun vincolo di parentela con il proprietario del mezzo.

I gradi di parentela da escludere sono:

  • Coniuge;
  • Genitori;
  • Figli;
  • Nonni;
  • Suoceri;

Patente di guida A2: procedimento per ottenere il risarcimento

L’iter previsto per il risarcimento, è uguale a quello ordinario. La persona danneggiata, deve inoltrare alla compagnia assicurativa la richiesta di risarcimento con i seguenti dati:

  • Le proprie generalità;
  • La descrizione di come è avvenuto il sinistro;
  • Le generalità di eventuali testimoni;
  • Il luogo dove le cose danneggiate sono disponibili per la perizia;
  • L’entità delle lesioni subite;
  • L’attestazione medica che dimostra l’avvenuta guarigione;
  • L’eventuale consulenza medica di parte;
  • La compagnia sarà obbligata a formulare al danneggiato un’offerta di risarcimento entro 90 giorni dal ricevimento della documentazione; in alternativa, dovrà comunicargli, sempre entro lo stesso periodo, i motivi per i quali ritiene di non formulare nessuna offerta.

Patente A2 quiz: I casi che non prevedono il risarcimento

Dopo aver superato l’esame relativo i quiz patente a2 e la successiva prova pratica, il candidato ottiene la patente.

Adesso, deve informarsi sulle leggi in caso di sinistro al passeggero, qui ci sono due possibili casi che di seguito porteremo alla luce per evitare spiacevoli sorprese.

Il primo, è riconducibile al comportamento del passeggero, ovvero quando il suo comportamento contribuisce a causare la caduta del ciclomotore, oppure quando si trova su un mezzo che non ammette la presenza di ulteriori passeggeri oltre al conducente.

Patente A2 quiz: Cosa copre la polizza

La polizza assicurativa è indispensabile per poter guidare un mezzo di trasporto. Questo importante contratto, copre il conducente in caso di sinistro da eventuali danni. L’incidente può essere causato dal suo stesso veicolo oppure da altri.

Accertato il danno la compagnia assicuratrice, si attua a risarcire l’infortunato delle spese mediche e le eventuali disabilità pervenute dall’incidente.

Ma questo non è tutto, possono essere risarciti anche i familiari in caso di decesso conseguente all’incidente.

Per il risarcimento vengono fatti dei calcoli, mediante l’utilizzo di un’apposita tabella con tariffe stabilite dal contratto assicurativo.

L’entità del risarcimento può variare a seconda dei massimali scelti dall’assicurato in fase di sottoscrizione della polizza. Nella polizza, sono sempre incluse le spese sanitarie e una diaria giornaliera per il ricovero ospedaliero, ma quasi sempre è inclusa anche la casistica relativa all’invalidità permanente oppure la morte.

Quando si parla di polizza, bisogna fare anche attenzione alle garanzie coperte dall’assicurazione in base alla tipologie di guida.

Molto spesso si adotta l’opzione della guida libera, questa consente di garantire tutti i conducenti di qualunque età. Con questa modalità siamo difronte a una tutela decisamente più ampia rispetto a quella prevista dalla casistica ordinaria, che permette di coprire soltanto il guidatore designato del mezzo. Un consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di verificare con grande attenzioni quali siano le condizioni proposte dalla compagnia assicuratrice nel preventivo della polizza. Alcuni contratti prevedono uno scoperto assicurativo oppure una franchigia che comunque risultano essere abbastanza bassi. In genere ammontano al massimo al 5% del danno fisico subito.

arrow-leftcharm-refreshgreen-checkpark-outline-timersmall-arrow-leftuil-pen