arrow-sharparrowarticle-iconcross-iconlogo-darklogo-whitemenu-leftnot-foundpolygonquiz-iconstar-emptystar-fullstar-half
account-outlineapp-storearrow-leftarrow-rightbell-with-red-dotbellbillcartcautioncheckcheckbox-checked-filled-squarecheckbox-squarechevron-downcircel-green-checkclosecountry-aucountry-brcountry-cacountry-decountry-escountry-frcountry-gbcountry-incountry-itcountry-ptcountry-uscross-iconcubodelete-binedit-penemailexternal-linkfilefilesfilterfoldersfooter-applefooter-facebookfooter-instagramfooter-linkedinfooter-play-storefooter-twittergare-with-red-dotgareglobal-minusglobal-plushome-outlinelinklogoutmenupayment-method0payment-method1payment-method2payment-method3payment-method4payment-method5payment-method6payment-method7play-storepolygonquestion-filesearchsendspinnersuccess-thumps-uptelegramterminalwhats-app
4.6 (500 Voti)

Quiz Patente A1 2022: Schede di esame Ministeriali Ufficiali

A1 2022-2023 - Ufficiali del Ministero

Motorizzazione Civile - Quiz Patente A1 - 2022-2023 Esame aggiornato del Ministero

INIZIA QUIZ

Ecco i prodotti più richiesti... Provali ora!

Patente A1 quiz 2022-2023: Cosa posso guidare, esame teorico/pratico e cilindrata

19 min. 15/09/2021 15/11/2022

State pensando di conseguire la patente A1 e non sapete dove trovare le informazioni che vi servono per procedere con l’iscrizione? Bene, siete nel posto giusto! In questo articolo, forniremo tutte le indicazioni necessarie per conseguire la patente A1, questa categoria abilita tutti coloro che hanno compiuto 16 anni di età ai veicoli a due ruote con cilindrata massima di 125 cc.

In particolare ci soffermeremo sui costi, i limiti, gli esami da sostenere e gli adempimenti burocratici da effettuare, a questo punto non ci resta che augurarvi buona lettura sperando che il nostro pezzo vi sia di aiuto.

Non dimenticate che oltre a fornirvi le indicazioni necessarie per procedere con l’iscrizione possiamo aiutarvi nella preparazione dell’esame. Infatti se volete esercitarvi con le prove di esame grazie al nostro portale potete sfruttare numerosi quiz che mensilmente vengono aggiornati secondo le ultime disposizioni, con il nostro simulatore conseguire la patente sarà un gioco da ragazzi.

Fatta questa breve introduzione, siamo pronti per una full immersion nel fantastico mondo della Patente A1, dove scoprirete costi, quiz, età e tanto altro ancora

Quiz Patente A1: Chi la rilascia e come iscriversi

Come conseguire la patente A1 con i nostri simulatori per superare il quiz patente A1

Iniziamo con l’indicarvi la modalità d’iscrizione che può essere fatta con l’ausilio delle scuole guida autorizzare che avranno il compito di seguire il candidato in tutto l’iter, dall’iscrizione fino al conseguimento in questo percorso avrà il supporto anche relativo all’esercitazione pratica.

Altrimenti, l’altra possibilità ipotizzabile è l’iscrizione da privatista inoltrando direttamente la domanda alla sede locale della Motorizzazione Civile e preparandosi in modalità autonoma sia per la teoria che per la pratica.

Noi consigliamo, la prima opzione anche per risparmiare sia sul lato temporale e sia sul lato economico.

Fatta questa breve premessa, di seguito indichiamo i documenti da preparare indipendentemente dalla modalità scelta:

  • Versamento di 26,40 euro su c/c postale 9001;
  • Versamento di 16,00 euro su c/c postale 4028;
  • Documento d’identità valido + fotocopia integrale;
  • Certificato medico con marca da bollo da 16,00 euro con foto;

Per ottenere il certificato dal medico abilitato il candidato deve portare con se anche il certificato del medico curante che specifichi le patologie da cui è affetto;

  • 2 fotografie formato tessera, di cui una autenticata;
  • Fotocopia del codice fiscale o tessera sanitaria;
  • Copia del versamento di 16,00 euro su c/c 4028;

Patente di guida A1: Cosa posso guidare?

Quando si è minorenni, si conta il tempo affinché si arrivi a guidare un mezzo a motore sulla strada. È pur vero, che già a 14 anni si può fare un po’ di esperienza con gli scooter, ma non è la stessa cosa. Per provare l’ebrezza della vera moto si deve aspettare i 16 anni di età con la possibilità di prendere la patente di guida A1. A questo punto si entra a pieno diritto nel mondo dei centauri, perché si è abilitati alla guida delle 125 di cilindrata.

Parliamo del primo step perché se da un lato questa tipologia di patente rappresenta il primo passo verso la vera ebrezza da motociclista, non mancano gli aspetti da valutare sia economici e sia di cilindrata, in quanto ad ogni tipologia di ciclomotore, corrisponde una diversa categoria di patente. In ultimo una barriera che spesso blocca le persone nel provare a fare l’esame è il cosi detto esame teorico, però un consiglio che possiamo darti è quello di esercitarti con i nostri quiz patente a1 disponibili nel nostro sito sia per mobile app che on-line.

Guidare una vera moto, porta dei vantaggi a tutti gli appassionati ma non solo. Attraverso le due ruote si può avere un contatto diretto con la natura, potendo ammirare i paesaggi, o addirittura per tutti coloro che vivono in città e quotidianamente hanno bisogno di un mezzo più agevole e veloce per recarsi sul posto di lavoro devono confrontarsi con il traffico cittadino e lunghe code autostradali, la moto rappresenta l’alternativa più idonea al problema.

Per avere più informazioni in merito, entriamo nel vivo del nostro argomento definendo non solo cosa si può guidare ma anche le caratteristiche.

I motocicli che possono essere guidati con la patente di guida A1, devono possedere contemporaneamente 3 caratteristiche essenziali:

  • Una cilindrata massima che non superiore i 125 cc
  • Una potenza non superiore a 11 kw
  • Un rapporto potenza/massa inferiore o uguale a 0,10 kw/kg

Come appena descritto, le moto che possono essere guidate hanno queste restrizioni ben precise. Per coloro invece, che vorranno accedere a potenze superiori dovranno conseguire la patente A2, oppure la cosiddetta “A senza limiti”.

Con questa patente si possono guidare anche macchine agricole e tricicli anche in questo caso sono presenti dei vincoli.

Per quanto riguarda i tricicli non devono avere un motore che superi i 15 Kw, mentre per le macchine agricole i vincoli sono ancora più stringenti, cioè, 4 metri di lunghezza e 1,6 metri di larghezza massimi, altezza non superiore ai 2,5 metri, velocità massima di 40 km/h e massa a pieno carico non superiore ai 2.500 kg.

Questa patente permette di guidare anche tutti i veicoli previsti dalla categoria AM, la classica patente che si prende a 14 anni per guidare lo scooter o il motorino. In particolare, in questa categoria rientrano i ciclomotori a 2 ruote con velocità massima di 45 km/h e una cilindrata non superiore ai 50 cc per i motori a combustione, e potenza non superiore a 4 kw per i motori elettrici.

Con la categoria AM si possono poi condurre veicoli a 3 ruote con velocità non superiore ai 45 km/h, cilindrata massima non superiore ai 50 cc e potenza massima fissata a 4 kw.

Gli stessi parametri vengono applicati anche per i quadricicli con massa senza carico inferiore o uguale a 350 kg.

Patente A1: Età

Come più volte accennato nel corso del nostro articolo, l’età minima per ottenere la patente di guida A1 è 16 anni. Una volta conseguita ha una validità di 10 anni fino al compimento di 50 anni di età. Successivamente, il rinnovo deve essere effettuato ogni 5 anni fino al raggiungimento di 70 anni di età mediante una visita medica che attesti il possesso dei requisiti psico/fisici. Dopo i 70 anni, il rinnovo è triennale e dopo gli 80 si abbassa ulteriormente a 2 anni. Riguardo, la validità ritorneremo più avanti fornendovi informazioni più dettagliate.

È doveroso ricordare, come per poter ambire alla guida di moto più potenti, bisogna attendere il 18° anno di età, per la patente A2 e il 24° anno, invece per guidare qualunque tipo di motociclo.

Quiz Patente A1: Esame di guida patente A1 e requisiti fisici

Prima, di addentrarci sulla modalità prevista per l’esame teorico/pratico, cerchiamo di fare luce sui requisiti che la legge prevede per chi vuole ottenere questa abilitazione.

Iniziamo dicendo, che come per tutte le altre categorie di patenti, anche per la patente di guida A1 sono indispensabili determinati accertamenti medici idonei a verificare lo stato psicologico e fisico del candidato.

Questa procedura, non è soltanto obbligatoria nella prima fase è cioè quando si vuole prendere la patente, ma sarà obbligatoria e vincolante anche nelle fasi di rinnovo.

Infatti, in presenza di gravi patologie che metterebbero a rischio la vita di altre persone, o anche del soggetto chiamato alla guida rappresentano una delle possibili cause sia per l’ottenimento che per il mancato rinnovo.

I parametri fisici richiesti per poter conseguire questa patente sono gli stessi di quelli richiesti per le patenti A e B, però meno stringenti rispetto a quelli per la guida dei mezzi pesanti o per il trasporto di persone.

  • Tra i requisiti fisici richiesti, non devono esserci menomazioni fisiche come protesi che possono rendere difficoltosa la guida;
  • La vista non deve essere minore di 10/10 nel suo totale, con l’occhio che presenta maggiore difficoltà non meno di 2/10;
  • Importante si presenta anche l’esame per l’udito, per essere superato è sufficiente riuscire a sentire una conversazione ad almeno 2 metri di distanza, indossando anche eventuali protesi acustiche.

Il costo di questi accertamenti deve essere incluso nel prezzo finale.

Quiz Patente A1 online: Esame teorico

Superata l’idoneità fisica, si passa all’esame prima teorico e una volta superato questo scoglio si arriva a quello pratico che, se superato, decreterà il conseguimento della patente di guida A1.

L’esame teorico della patente A1 si presenta uguale a quello per l’A e l’A2, e importante ricordare invece, nel caso in cui si disponga già di una patente B non sarà obbligatorio ripeterlo.

L’esame, solitamente viene svolto presso la Motorizzazione Civile, prevede la somministrazione di 40 quiz patente a1 con la possibilità di commettere al massimo 4 errori.

Gli argomenti sono quelli tipici delle patenti di guida:

  • La meccanica dei veicoli;
  • La segnaletica stradale;
  • Le norme del Codice della Strada, in particolare velocità, precedenze, distanze, sorpassi e soste, i comportamenti in caso d’incidente e come prestare il primo soccorso.

Nell’ipotesi si verificasse che il candidato non superi l’esame, è possibile ripetere la prova 1 mese e 1 giorno dalla data del precedente.

Quiz Patente A1 online gratis: Quiz patente A1 come studiare?

Quando arriva il momento di prendere la patente, il candidato è sempre euforico perchè già sente l’emozione di poter guidare il mezzo desiderato, ma al contempo è molto importante formarsi una base per poter superare al meglio le prove in programma.

Infatti, se da un lato c’è l’emozione dall’altro non manca l’ansia per la preparazione alla prova teorica con i rispettivi quiz.

In questa sezione del nostro articolo quiz patente a1, vogliamo darvi dei suggerimenti per sviluppare un metodo di studio ben organizzato in modo da non stressarsi e generare stati ansiosi sin dall’inizio.

Ogni giorno quiz patente a1, dedicate almeno due ore alla lettura del manuale consigliato per la parte teorica potrete farvi consigliare dall’autoscuola a cui vi affidate oppure facendo una ricerca sul web troverete sicuramente quello che fà al caso vostro, dopo questo step dedicatemi come detto in precedenza alla lettura e la sera, ripetete le domande attraverso l’ausilio del simulatore per questo potrete utilizzare quello che trovate sul nostro sito è completo e facile da usare.

Ricordatevi che avrete sempre la possibilità di fare qualche errore quiz patente a1, ma se riuscirete a svolgere una preparazione rigida seguendo i consigli arriverete al giorno dell’esame rilassati e sicuri di voi stessi.

Inoltre, dopo il ripasso con il simulatore selezionate le domande che avete sbagliato e ripetetele vi ricordiamo che la ripetizione è la base della memorizzazione quiz patente a1.

Tenete sempre in mente il vostro obiettivo quiz patente a1, non distraetevi mai arriverete al successo e non solo conquisterete il tanto attesa abilitazione ma avrete dalla vostra parte una buona preparazione da trasmettere anche agli altri e perchè no, potrete anche diventare istruttori e guadagnare con quello che avrete imparato.

Pianificate quiz patente a1, studiatevi una strategia e applicate la tattica, vi servirà per il vostro futuro.

Adesso, cercheremo di fornirvi una serie di domande per aiutarvi nello studio e quindi, di conseguenza potrete cominciare a farvi un’idea su come impostare al meglio la strategia da adottare per acquisire una preparazione importante in vista dell’esame teorico. Ti ricordiamo che tutte queste domande le potrai anche trovare nel nostro simulatore e mobile app che ti serviranno per esercitarti con i quiz patente a1.

Ecco una nutrita batteria di quiz, ricordiamo che i quiz somministrati per la categoria A sono uguali a quelli utilizzati per l’esame della categoria B:

  1. Secondo voi la distanza di sicurezza è freno a mano sono correlati?

  2. In presenza di aree d’intersezione la sosta e la fermata sono vietate?

  3. Catadiottri sono correlati alle luci di posizione?

  4. Che rapporto c’è tra inquinamento e peso del veicolo?

  5. Il conducente coinvolto in un incidente stradale può utilizzare i moduli dell’assicurazione?

  6. Per non intralciare la strada è giusto viaggiare a una velocità sostenuta?

  7. Se qualcuno cerca aiuto è giusto fermarsi?

  8. Da cosa è determinata la fase del sorpasso?

  9. Durante la sostituzione di una ruota con il cric, bisogna evitare di mettersi sotto il veicolo?

  10. Nelle strade a doppio senso è consentito effettuare l’inversione del senso di marcia se presentate scarsa visibilità?

  11. Il marciapiede consente la sosta dei veicoli solo in presenza di apposite strisce di parcheggio

Quiz Patente A1: Foglio rosa

Superato l’esame di teoria quiz patente a1, viene rilasciato il foglio rosa per iniziare a esercitarsi in vista dell’esame pratico. In ogni caso, il motociclo guidabile con questo documento temporaneo deve rispettare le limitazioni sia in termini di cilindrata che di potenza imposte dalla legge per i 125 cc.

Con il foglio rosa, i luoghi dove è possibile transitare devo essere poco trafficati: importante precisare, che la valutazione non deve avvenire in base alla caratteristica della strada, se urbana o extraurbana, ma in base alle condizioni di traffico presente in quel determinato momento.

Quiz Patente A1: Esame pratico

Simulatore quiz patente a1 per ottenere la patente a1

Innanzitutto, è importante ricordare che la prova pratica avviene con il supporto di un motociclo che può essere con cambio manuale oppure automatico, questo è rilevante perchè a seconda del sistema scelto dal candidato inciderà sulla patente. Ricordati che però questa è la parte più divertente, ma prima dovrai superare dei quiz patente a1 che per molte persone risultano essere qualche cosa d’impossibile. Quindi preparati bene!

Infatti, coloro che sceglieranno di sostenere la prova con cambio manuale, come ad esempio gli scooter sarà indicato sulla patente in fase di rilascio, e si potrà riconoscere attraverso il codice UE “78”, inoltre si potranno guidare solo moto dotate di marce automatiche.

Questo non rappresenta però un vincolo restrittivo impossibile da superare, perchè se successivamente, il candidato avrà necessità di superare questa limitazione sarà sufficiente svolgere soltanto l’esame pratico su una moto con cambio manuale.

Cilindrata e potenza rimangono uguali, indipendentemente dalle modalità di cambio scelte:

  • Patenti A1: Le direttive impongono queste caratteristiche, motocicli di categoria A1 senza sidecar, potenza nominale massima di 11 kW e con rapporto potenza/peso non superiore a 0,1 kW/kg capaci di sviluppare una velocità di almeno 90 km/h.

Se invece la moto è a motore con combustione interna, la cilindrata del motore è almeno di 120 cm3.

Questi rappresentano sia i requisiti minimi che massimi, che il candidato dovrà osservare per quanto riguarda il motociclo che dovrà guidare in vista dell’esame pratico.

Ebbene anche fare una precisa osservazione, riguardo i motocicli con due ruote gemellate, questi non sono consentiti per l’esame perchè non garantirebbero di capire se il candidato avrebbe un buon equilibrio sui motocicli a due ruote.

Poiché già nel nostro articolo abbiamo parlato più volte della possibilità d’iscriversi come privatista, oppure attraverso una scuola guida autorizzata, questo potrebbe incidere per il mezzo da utilizzare durante l’esame pratico.

Il candidato privatista, potrà utilizzare anche un motociclo messo a disposizione da un terzo sempre nel rispetto delle norme e caratteristiche sopra citate, qui possiamo fare riferimento anche alla circolare - 29/01/2013 - Prot. N. 2459 - conseguimento delle patenti di guida delle categorie A1, A2 e A, un vero e proprio Vademecum sul tema, oppure nel caso più semplice, attraverso una scuola guida la prova pratica viene svolta esclusivamente su un veicolo intestato al titolare dell’autoscuola oppure al centro d’istruzione automobilistica.

Quiz Patente A1 esame pratico: Durata, sede, modalità

Il giorno dell’esame pratico sono diverse le operazioni da svolgere, adesso li vedremo insieme, così da avere un quadro generale completo:

Partiamo con la verifica che deve fare l’esaminatore nei confronti del candidato.

CandidatoOperazioni
1Autorizzazione a esercitarsi alla guida
2Documento d’identità del candidato ed eventualmente i documenti di soggiorno
3Nel caso di A1, A2 o A speciale, la presenza di protesi od ortesi, se prescritte da certificato medico rilasciato da CML
4Altra patente di guida di cui il candidato sia eventualmente titolare

Adesso, elenchiamo le verifiche che devono essere effettuate sul veicolo utilizzato per l’esame:

VeicoloOperazioni
1Carta di circolazione
2Certificato di assicurazione obbligatoria
3Nel caso di A1, A2 o A speciale, la corrispondenza degli adattamenti del veicolo alle prescrizioni risultanti dal certificato medico della CML
4Dichiarazione sostitutiva solo per candidati privatisti con veicolo messo a disposizione da un terzo

La durata prevista per l’esame è di 30 minuti, la prova viene svolta presso le sedi UMC oppure presso le sedi delle autoscuole autorizzate, invece il candidato privatista si troverà ad affrontare la prova presso la Motorizzazione.

Il candidato per la prova pratica, dovrà dotarsi di un kit tecnico, composto da:

  • Casco integrale;
  • Guanti;
  • Giacca con protezione dei gomiti e delle spalle;
  • Scarpe chiuse;
  • Pantaloni lunghi e protezioni delle ginocchia;
  • Paraschiena almeno di tipo CB.

La prova pratica è suddivisa in sei fasi, dalla prima alla quinta viene svolta su una pista chiusa, mentre la sesta su strada.

In entrambe, il candidato è chiamato al rispetto di alcuni vincoli.

Per la pista deve essere in grado, di avere uno spiccato senso verso la guida sicura, e al contempo deve:

  • Indossare correttamente guanti, stivali, casco e abbigliamento protettivo;
  • Il candidato deve essere in grado in autonomia di effettuare un controllo generale del mezzo compreso i dispositivi di sicurezza;

Se passa alla fase successiva, solo esclusivamente se quella precedente è stata superata.

La prova su strada, è relativamente semplice, l’importante è la distanza di sicurezza, essere sempre vigile rispettando i limiti di velocità, osservando negli specchietti retrovisori eventuali pericoli, poggiare il piede per terra quando si è in procinto di uno stop, non sorpassare. Durante questa fase, l’esaminatore sarà a bordo di un’automobile è darà istruzioni al candidato attraverso degli auricolari messi a disposizione del candidato.

Ecco gli step che dovrà fare il candidato in condizioni normali di traffico:

  • Il candidato sarà chiamato alla capacità di destreggiarsi uscendo da una strada secondaria;
  • Guida su strada rettilinea; comportamento nei confronti dei veicoli che provengono dalla direzione opposta, anche in caso di spazio limitato;
  • Guida in curva;
  • Incroci: affrontare e superare incroci e raccordi;
  • Rotonde; passaggi a livello; fermate di autobus/tram;
  • Attraversamenti pedonali; guida su lunghe salite/discese;
  • Gallerie;
  • Rispetto delle necessarie precauzioni nello scendere dal veicolo;

Quiz Patente A1: Consigli utili per superare l’esame pratico

In questa sezione quiz patente a1, vogliamo fornirmi alcune possibili domande che l’esaminatore a volte fà al candidato, prima di salire a bordo della moto:

  • Controllare il livello dell’olio;
  • Verificare la tensione della catena di trasmissione;
  • Controllare la pressione dei pneumatici e quale strumento utilizzare per verificare la medesima;
  • Controllare l’usura delle pastiglie dei freni;
  • Verificare il corretto funzionamento degli indicatori di direzione, luci di posizione e proiettori anabbaglianti e di profondità;
  • Verificare il gioco dello sterzo e il corretto assetto delle piastre di sterzo.

Quiz Patente A1: Costo

Il costo varia a seconda della modalità scelta. Qualora si decidesse di affidarsi totalmente a una scuola guida il candidato affronterebbe un costo di circa € 1000 teoria e pratica incluse, invece da privatista affinandosi anche al supporto della scuola guida svolgendo solo la pratica e la teoria, il costo scende a € 700, varia sensibilmente se l’approccio è esclusivamente da privatista in questo caso il costo totale è di € 150.

È doveroso fare un appunto, nel 2020 è stata introdotta anche l’IVA sulle prestazioni delle autoscuole. Questo ha comportato un incremento dei prezzi, rispetto al passato. Quindi non bisogna sorprendersi se i costi che abbiamo menzionato prima, possono essere soggetti a modifica.

Quiz Patente A1: Costo esercitazioni e prove di guida

Le esercitazioni di guida sono di fondamentale importanza, perchè determinano la capacità del candidato di guidare in modo idoneo il mezzo, solitamente i costi si aggirano intorno ai 50 €/h e, ai più capaci, ne bastano anche 4 o 5.

La differenza con il privatista che svolge in modo autonomo la parte teorica, riguarda il costo delle esercitazioni e intorno € 200 d’iscrizione.

Quiz Patente A1 prove d’esame: Informazioni utili per i possessori di patente B

I possessori di patente B, conseguita prima dell'1 gennaio 1986 hanno facoltà di guidare qualunque motociclo, chi ha conseguito la patente B dopo questa data ma entro il 25 aprile 1988, in Italia posso guidare soltanto motocicli con una cilindrata che non superi i 125 cc e una potenza fino a 11 Kw.

Quiz Patente A1: Validità, rinnovo e come fare

Come le altre patenti di guida dal momento del suo rilascio ha una data di validità, oltre la quale il candidato è chiamato a una serie di adempimenti burocratici che vedremo a breve, per accertare la continuità dei propri requisiti psico/fisici.

La data di scadenza, può essere individuata nella sezione “4b” della patente, per il rinnovo si deve essere in possesso dei seguenti documenti:

  • Pagare i bollettini (€ 10,20 sul c/c 9001 + € 16,00 sul c/c 4028);
  • 2 foto tessera;
  • Fotocopia dei seguenti documenti: patente, carta d’identità e codice fiscale;
  • Visita presso un ufficiale sanitario;
  • Attendere l’arrivo della patente;

La patente può essere rinnovata già a partire da 4 mesi prima della scadenza, il rinnovo può essere anche successivo ma questo comporta l’impossibilità di guidare.

Il conducente trovato in possesso della patente non rinnovata, va incontro a una sanzione superiore a € 158, oltre il ritiro della stessa fino all’esito positivo della visita di rinnovo, mentre se la patente è scaduta da più di 3 anni si deve affrontare nuovamente l’esame teorico/pratico.

Il rinnovo prevede una semplice visita medica, presso uno di questi enti e in presenza di un ufficiale sanitario:

  • ASL;
  • ACI;
  • Autoscuole autorizzate;
  • Ferrovie dello Stato, Ministero della Salute, Ministero del Lavoro, Polizia di Stato, Vigili del fuoco, medico militare oppure medico responsabile dei servizi di base del distretto sanitario;

Se il soggetto è in presenza di patologie gravi, per il rinnovo deve rivolgersi alla Commissione Medica Locale, che approfondirà la visita e se superata rilascerà il certificato idoneo per il rinnovo.

Dopo il rinnovo, si dovrà aspettare la nuova patente in quanto non esistono più gli adesivi.

Di seguito invece, il riassunto di validità in base all’età:

  • 10 anni per chi ha meno di 50 anni;
  • 5 anni per chi ha fra 50 e 70 anni;
  • 3 anni per chi ha fra 70 e 80 anni;
  • 2 anni per chi ha più di 80 anni;

Quiz Patente A1: Come passare dalla patente A1 alle altre patenti

Negli ultimi tempi le norme che regolano le patenti hanno subito delle modifiche per riorganizzare il quadro generale e fornirmi delle informazione chiare vi abbiamo dedicato questa sezione del nostro articolo, il nostro obiettivo è fare luce sul passaggio da una categoria di patente a un’altra.

Il cambiamento apportato riguarda non solo il passaggio tra le categorie della patente A, ma sopratutto riguarda quelle da A a B. Vediamo insieme.

Dalla patente A1 a quelle di categoria superiore o B.

Con 16 anni di età è permesso guidare moto con cilindrata da 51 a 125 cm3, una potenza max 11 kW e rapporto peso/potenza non oltre 0,1 kW/kg. Per ottenere questa patente è previsto un esame teorico e pratico con una moto di almeno 120 cm3 e max 125 cm3 e potenza 11 kW.

Passaggio alla patente A2: sono richiesti 18 anni di età, chi ha già la A1 deve sostenere solo un esame pratico.

Passaggio alla patente A3: si può conseguire a 24 anni. Chi si trova già in possesso della patente A1 deve sostenere solo l’esame pratico.

Passaggio a patente B: chi ha la patente A1 per passare alla B deve sostenere solo l’esame pratico.

Sempre per quanto riguarda la A1, arrivati a 17 anni si può ottenere il foglio rosa anticipato per guidare l’auto: ci si può esercitare alla guida, ma solo se accompagnati da una persona indicata sul foglio rosa con specifici requisiti.

Quiz Patente A1: Come passare dalla patente A1 alle altre patenti informazioni generali

  • Stampare e completare il modello TT2112;

  • Preparate i due bollettini da 14,62 euro sul cc 4028 e 24 euro sul cc 9001. I Potete ritirarli presso la Motorizzazione;

  • Munitevi di un’autocertificazione che attesti le vostre generalità, documento di riconoscimento e foto. Per i minorenni occorre nel mod. TT2112 la firma di uno dei genitori e la fotocopia di un documento di riconoscimento;

  • Preparate il certificato medico. Per ottenerlo occorre il certificato anamnestico rilasciato dal medico di famiglia (circa 50 euro);

  • Per prenotare poi l’esame pratico bisogna fare un versamento da 14,62 euro (più 1,80 di spese postali) sul cc 4028, fatto questo avete tutto l’occorrente richiesto.

Quiz Patente A1: Come rinnovare la patente di guida scaduta

Quando si è in procinto di rinnovare la patente di guida, è necessario sottoporvi a una visita medica per accertare le capacità psico/fisiche del soggetto, per questa procedura è indispensabile sottoporsi alla presenza di un medico abilitato come stabilito dall’art. 119 del c.d.s. Da trovarsi tra i medici militari, Polizia di Stato e Carabinieri.

Per procedere al rinnovo devono mancare meno di 4 mesi alla data di scadenza indicata sul documento e non devono essere passati più di 3 anni.

Dopo la visita il medico comunicherà alla Motorizzazione l’esito dell’accertamento ed in tempo reale stamperà il “documento sostitutivo alla guida” che autorizza a guidare, anche se la patente è scaduta, su tutto il territorio nazionale ma non all’estero.

Cambia la regola dell’adesivo dopo il rinnovo della patente di guida, infatti, con le nuove procedure ogni volta che si rinnova la patente viene stampato un nuovo documento di guida. Questo è la ragione per la quale viene richiesta la foto per il rinnovo.

Non esistono più i tagliandi adesivi da incollare sulla vecchia patente perchè non ritenuti più idonei dalle Istituzioni Europee.

arrow-leftcharm-refreshgreen-checkpark-outline-timersmall-arrow-leftuil-pen