arrow-sharparrowarticle-iconcross-iconlogo-darklogo-whitemenu-leftnot-foundpolygonquiz-iconstar-emptystar-fullstar-half
account-outlineapp-storearrow-leftarrow-rightbell-with-red-dotbellbillcartcautioncheckcheckbox-checked-filled-squarecheckbox-squarechevron-downcircel-green-checkclosecountry-aucountry-brcountry-cacountry-decountry-escountry-frcountry-gbcountry-incountry-itcountry-ptcountry-uscross-iconcubodelete-binedit-penemailexternal-linkfilefilesfilterfoldersfooter-applefooter-facebookfooter-instagramfooter-linkedinfooter-play-storefooter-twittergare-with-red-dotgareglobal-minusglobal-plushome-outlinelinklogoutmenupayment-method0payment-method1payment-method2payment-method3payment-method4payment-method5payment-method6payment-method7play-storepolygonquestion-filesearchsendspinnersuccess-thumps-uptelegramterminalwhats-app
4.6 (484 Voti)

Quiz Patente E: Come ottenerla e cosa si può guidare

E

Motorizzazione Civile - Quiz Patente E

INIZIA QUIZ

Ecco i prodotti più richiesti... Provali ora!

Patente E: Estensione Patente E, quiz e informazioni sull’esame

23 min. 06/09/2021 14/01/2022

La Patente E, non è altro che un’estensione delle patenti B, C1, C, D1 e D che consente il traino di rimorchi e semirimorchi non leggeri, la cui massa massima autorizzata sia superiore a 750 Kg.

L’estensione si ottiene con il superamento di una prova orale, per chi già ha conseguito le patenti che abbiamo appena menzionato prima del 1 marzo 2015, e un esame pratico su un veicolo specifico.

Invece, chi ha conseguito la patente C, C1, D o D1 dopo il 1 marzo 2015, o ancora la patente B dopo Dicembre 2013, si troverà a sostenere soltanto la prova pratica, ma non preoccupatevi entreremo più nello specifico nel corso del nostro articolo.

Inoltre, all’interno della nostra piattaforma potrete esercitarvi con dei simulatori realizzati da personale qualificato e adatto ad ogni vostra esigenza.

Il nostro obiettivo è quello di fornirvi tutto il supporto necessario per arrivare preparati all’esame e raggiungere il successo, in modo facile e veloce.

Quiz Patente E: Informazioni utili estensione Patente E

Quiz Patente E- tutte le informazioni utili per conseguire la patente in modo facile e veloce

Come accennato nella nostra prefazione, l’estensione di questa particolare Patente E può interessate tutti coloro che hanno una comune patente B per svariati motivi che possono essere sia professionali che per personali, infatti permette la guida delle autovetture, oppure veicoli adibiti al trasporto di cose in conto proprio come i camion di piccole dimensioni o anche permette di guidare autoveicoli per trasporto di persone con numero di posti superiori a 9 compreso quello del conducente come gli autobus, ma solo in uso proprio.

L’estensione Patente e per le categoria di patenti che abbiamo citato in precedenza, permette ai conducenti di guidare veicoli con rimorchi e semirimorchi non leggeri, con una massa autorizzata che supera i 750 kg, questo punto lo ripetiamo perchè è molto importante i candidati che si apprestano a fare l’estensione devono avere ben chiari i kg di massa autorizzata.

Adesso ci concentreremo su tutte le informazioni utili che possono fare luce sull’argomento:

Per ottenere la cosiddetta integrazione Patente E, ci sono due possibili strade da seguire questo a seconda della data in cui si è conseguita una delle patenti di cui già abbiamo parlato, ma vediamo insieme, se la patente B è stata presa dopo la data del 1 e le altre categorie dopo il 1 Marzo 2015, in questo caso il candidato svolgerà soltanto l’esame di carattere pratico.

L’esaminatore si limiterà a verificare che il conducente abbia queste caratteristiche:

  • Buona padronanza dei sistemi di frenata e dello sterzo;
  • Consapevolezza delle dimensioni e del peso del veicolo e la capacità di controllarlo in curva;
  • Capacità di agganciare e sganciare il rimorchio;
  • Capacità di visionare la sicurezza stradale;

Diversamente avviene se la data delle varie categorie di patenti è antecedente a queste riportate in precedenza, in questo caso l’estensione prevede anche l’esame orale, l’esaminatore farà delle domande al candidato attraverso l’ausilio di una lista di domande inviate dal Ministero.

Ebbene, riportare due casi straordinari da conoscere, chi è in possesso della patente CE e della D allora ha in automatico anche la DE, chi ha la patente DE e C invece deve fare un esame pratico per ottenere la CE.

Quiz Patente E: Costi Patente E

Uno dei quesiti quiz patente e maggiormente ricercati è quello relativo ai costi, dopo aver fatto chiarezza sulla Patente E, parliamo un pò del costo per il conseguimento dell’estensione. Importante fare presente che i costi sono variabili come il tempo di conseguimento. La prima cosa da fare quando si vuole procedere con l’estensione è l’iscrizione, ma prima ancora il candidato è tenuto a verificare le condizioni psico/fisiche, accertate mediante visita medica, con conseguente certificato da presentare all’atto dell’iscrizione, che garantiscono che il conducente possa guidare i veicoli con rimorchio.

Per ottenere l’integrazione della Patente E è necessario seguire una di queste due possibilità, che tra l’altro sono quelle disponibili per tutte le categorie di patenti, nel primo caso, si può chiedere il supporto di una scuola guida autorizzata che seguirà il candidato dall’iscrizione fino al conseguimento dell’abilitazione; il tutto per un prezzo variabile tra i 700 e i 1000 euro.

Il secondo caso, prevede che l’interessato faccia tutto in modo autonomo, ovvero; permette di dare l’esame di teoria da privatista, questa modalità consente di avere un costo molto contenuto, infatti il prezzo è di circa 450 euro, con questa cifra la parte pratica, le pratiche burocratiche e d’iscrizione all’esame sono tutte incluse.

L’età per prendere l’estensione della Patente E va dai 18 ai 24 anni e arriva fino a 60 anni, si può richiedere anche fino ai 68 anni attraverso una specifica richiesta.

Quiz Patente E: Come verificare se una patente è vera?

L’era digitale, ha portato innovazioni su tutti i fronti. Per quanto riguarda il settore patenti è disponibile a breve sarà disponibile la nostra app targata easy-quizzz, scaricabile dagli store più comuni come: Apple, Google e Huawei, che vi darà la possibilità di esercitarvi sui quiz patente e, quando vorrete.

Questa nuova applicazione, permette una più facile esercitazione in vista per l’esame, vi ricordiamo sempre di visionare il sito ufficiale di seguito per una buona informazione sulle normative in vigore-Motorizzazione, oltre ad ampliare le consultazioni presenti sul Portale dell’Automobilista.

Tra i servizi disponibili ci sono:

  • Notifica che segnalerà la prossima scadenza della patente;
  • Eventuali variazioni di punteggio della patente;
  • La scadenza della revisione;

All’interno si possono trovare anche informazioni utili sulle imbarcazioni da diporto come tutte le scadenze d’interesse.

Una comunicazione molto importante riguarda il processo di digitalizzazione, infatti in futuro non verranno più inviate le comunicazioni in forma cartacea.

L’utilizzo dell’app è fruibile gratuitamente per tutti i cittadini, inoltre è in continuo aggiornamento per rimanere a passo con i tempi.

Patente E: Estensioni e tipologie di patenti

Con l’estensione della patente e, si possono ottenere una svariata categoria di patenti che riassumiamo brevemente nella seguente tabella con le rispettive caratteristiche, così da avere il quadro della situazione completo, vi ricordiamo la necessità di esercitarvi con i quiz patente e:

Colonna AColonna B
B+EComplessi di veicoli composti da: motrice di categoria B + rimorchio o semirimorchio non leggeri: questi ultimi devono avere massa massima autorizzata non superiore a 3500 kg
C1+EComplessi di veicoli: motrice di categoria B o C1 + rimorchio o semirimorchio non leggero. La massa autorizzata del complesso non può superare i 12000 kg
C1+EMotrice di categoria C + rimorchio o semirimorchio non leggero
D1+EMotrice di categoria D1 + rimorchio non leggero
D+EMotrice di categoria D + rimorchio non leggero

Quiz Patente E simulazione esame: Quiz patente C-CE

Per una maggiore preparazione in vista dell’esame teorico, vogliamo darvi un’idea sulle possibili domande, a tal proposito c’è da ricordare che possono variare in base all’estensione da ottenere, quì partiamo con C-CE:

  1. Il freno di stazionamento dei veicoli dotati di freni pneumatici, se moderabile, può essere utilizzato per la frenatura di soccorso: VERO;

  2. A bordo di un autoveicolo o complesso veicolare di massa superiore a sei tonnellate e portata superiore a 3 tonnellate che svolge un trasporto di cose in conto proprio, deve trovarsi la fattura di acquisto delle cose: FALSO;

  3. Il servoautodistributore è dotato di una valvola di ritenuta, una di scarico e una d’immissione: VERO;.

  4. Il traino di un veicolo in avaria è vietato in autostrada, salvo che il traino venga eseguito da veicolo autorizzato al soccorso stradale: VERO;

  5. Una volta montata la ruota di scorta di un autocarro o di un autobus, non è consigliato fermarsi per controllare il serraggio dei dadi: FALSO;

  6. Fuori dei centri abitati, di notte, quando mancano o sono insufficienti le luci posteriori di posizione o di emergenza, è consigliabile, ma non obbligatorio, presegnalare il veicolo fermo sulla carreggiata, con il segnale triangolare mobile di pericolo: FALSO;

  7. I fogli di registrazione dei cronotachigrafi analogici sono di tipo “standard” e possono essere utilizzati indifferentemente su qualsiasi cronotachigrafo analogico, questa tipologia di domanda è molto frequente nei quiz patente e: FALSO;

  8. La potenza rappresenta il lavoro compiuto nell’unità di tempo: VERO;

  9. A bordo di un autoarticolato, durante le svolte a destra nei centri urbani, è fondamentale controllare attraverso gli specchi che il rimorchio non vada a urtare ciclisti o ciclomotoristi presenti nelle vicinanze: VERO;

  10. Quando si monta la ruota di scorta non bisogna serrare i dadi a fondo, per non danneggiarne il filetto: FALSO;

  11. I martinetti idraulici in dotazione per la sostituzione di una ruota su un mezzo pesante, possono sollevare fino a 20 tonnellate: VERO;

  12. Per garantire la sicurezza della circolazione è necessario che, in caso di lesioni al parabrezza, si provveda a coprirle con nastro adesivo trasparente non colorato: FALSO;

  13. Il trasporto di materie in polvere con una cisterna è meno problematico rispetto al trasporto di sostanze liquide: VERO;

  14. Il lubrificante protegge dalla corrosione le parti metalliche su cui si deposita: VERO;

  15. Il motorino d’avviamento può essere utilizzato facendolo girare al contrario, per potenziare l’effetto frenante del motore: FALSO;

  16. È opportuno montare gli pneumatici invernali su tutte le ruote del veicolo: VERO;

  17. Durante le operazioni di traino in situazione di emergenza, il collegamento tra due veicoli può essere realizzato mediante aggancio con catena, sè segnalato: VERO;

  18. Gli organi di sospensione del veicolo non necessitano di manutenzione, perché sono progettati per essere efficienti per tutta la vita del veicolo: FALSO;

  19. Le carte tachigrafiche hanno validità di cinque anni, ad eccezione di quella dell’officina: VERO;

  20. L’autorizzazione CEMT per trasporti merci in conto terzi, non liberalizzati, svolti al di fuori dell’ambito UE o SEE, deve trovarsi in originale a bordo del veicolo durante il trasporto: VERO;

  21. Al trasportatore di merci pericolose ADR deve essere fornita la scheda d’istruzioni scritte da parte dello speditore: VERO;

  22. È importante che l’impianto di lubrificazione provveda a una efficace lubrificazione di tutte le cinghie: FALSO;

  23. A bordo di un autotreno, durante le svolte a destra nei centri urbani, è fondamentale controllare attraverso gli specchi che il rimorchio non invada i marciapiedi, questa potrebbe essere una possibile domanda quiz patente e: VERO;

  24. Nell’impianto di frenatura pneumatico, il distributore duplex non è montato sulle motrici dotate di freni pneumoidraulici: FALSO;

  25. Il conducente, qualora le merci siano accompagnate da documento di trasporto, deve apporre la propria firma su tale documento prima della partenza: VERO;

  26. Se viaggia di notte, prima di partire, il conducente deve assicurarsi di avere a bordo due taniche da venticinque litri piene di combustibile di riserva: FALSO;

  27. La carta tachigrafica del conducente non ha scadenza: FALSO;

  28. Costituisce infrazione guidare per quattro ore consecutive, senza interruzioni, la seguente domanda potrebbe essere somministrata nei quiz patente e per confondere il candidato: FALSO;

  29. Sono esentati dall’obbligo del montaggio del dispositivo limitatore di velocità gli autobus urbani: VERO;

  30. Salvo eccezioni, ogni veicolo, compreso il suo carico, deve avere altezza massima non superiore a 5 metri: FALSO;

  31. Costituisce infrazione guidare per quattro ore consecutive, senza interruzioni: FALSO;

  32. La forza necessaria alla frenatura di stazionamento di un autoveicolo con frenatura pneumatica è di tipo meccanico ed è garantita da molle: VERO;

  33. Il battistrada di uno pneumatico radiale deve avere maggior larghezza rispetto a uno pneumatico a tele incrociate: FALSO;

  34. Imboccando una forte salita, il liquido contenuto in una cisterna tende a spostarsi all’indietro, sovraccaricando le ruote posteriori del veicolo: VERO;

  35. Alle basse temperature, il liquido degli ammortizzatori idraulici deve essere miscelato con liquido antigelo: FALSO;

Patente E: quiz patente D-DE

Adesso, passiamo alla categoria D-DE, vediamo insieme un mini batteria di domande che potrebbero essere somministrate in sede d’esame:

  1. Per autobus di classe “III” si intende un autobus con solo posti a sedere e con numero totale superiore a 22, senza contare il conducente: VERO;

  2. Quando si sostituisce la ruota di un asse gemellato occorre assicurarsi che le due ruote non sfreghino tra di loro durante la marcia, per evitare pericolosi surriscaldamenti: VERO;

  3. Le carte tachigrafiche sono rilasciate dalla Motorizzazione Civile: FALSO;

  4. Gli impianti frenanti ad aria compressa sono dotati di un serbatoio dell’aria per ogni ruota: FALSO;

  5. La carta di qualificazione del conducente viene rinnovata ogni cinque anni: VERO;

  6. Il regolamento 561/2006/CE prevede disposizioni relative al tempo di guida massimo per giornata: VERO;

  7. Sugli autobus, gli spazi riservati alle sedie a rotelle non devono essere obbligatoriamente muniti di sistemi di ritenuta: FALSO;

  8. La carta tachigrafica dell’azienda può essere utilizzata dal conducente se ha smarrito la propria carta tachigrafica: FALSO;

  9. In caso di guasto agli organi di trasmissione, la riparazione può essere effettuata dal conducente sè egli sia in possesso della patente C+E o D+E: FALSO;

  10. Non bisogna attivare la valvola di scarico del martinetto idraulico, per abbassarlo, quando si è ancora sotto al veicolo, al fine di evitare di essere schiacciati dallo stesso: VERO;

  11. Per garantire una miglior visibilità diretta della strada è necessario accendere le luci interne del veicolo in ogni condizione di scarsa visibilità: FALSO;

  12. La massa complessiva a pieno carico è la massa massima autorizzata e corrisponde alla tara più il carico utile: FALSO;

  13. La massa complessiva a pieno carico è la massa massima autorizzata e corrisponde alla tara più il carico utile: VERO;

  14. Per il simbolo rappresentato in figura non è prevista una spia luminosa: VERO;

  15. Il rabbocco di olio lubrificante in un motore Diesel non è consentito, se il livello è basso occorre sostituirlo completamente: FALSO;

  16. Sul foglio di viaggio di un servizio di noleggio con conducente in ambito UE (servizio occasionale) deve figurare la denominazione dell’impresa che svolge il servizio: VERO;

  17. Secondo quanto stabilito dal regolamento 561/2006/CE, il periodo di guida giornaliero può essere esteso a dodici ore, sè segnalato da almeno tre interruzioni di guida di quarantacinque minuti: FALSO;

  18. Il regolamento 561/2006/CE stabilisce che il periodo massimo di guida settimanale è di cinquantasei ore e che la guida non deve superare le novanta ore nell’arco di due settimane consecutive: VERO;

  19. Salvo eccezioni, un veicolo può trainare un altro veicolo in avaria su strade urbane ed extraurbane secondarie: VERO;

  20. Gli specchi retrovisori non devono essere orientati prima di partire, ma solo dopo aver percorso alcuni chilometri, per fare in modo che il veicolo si assesti: FALSO;

  21. L’indice di velocità di uno pneumatico permette di ricavare la velocità massima d’impiego dello pneumatico in buone condizioni di manutenzione: VERO;

  22. Se si accende la spia dell’olio, oppure il manometro segna una pressione bassa, la pompa ad ingranaggi potrebbe essere guasta o difettosa: VERO;

  23. Un autocarro, per circolare, deve essere in regola con gli obblighi assicurativi: VERO;

  24. Dopo aver agganciato un rimorchio monoasse, si deve fissare a terra il ruotino pivottante: FALSO;

  25. A parità di potenza erogata, un motore turbocompresso consuma meno combustibile: VERO;

  26. La carta tachigrafica del conducente è di proprietà dell’azienda di cui è dipendente: FALSO;

  27. Nel modulo di Constatazione amichevole, il conducente deve obbligatoriamente compilare solo la parte sinistra del modulo, quella destra è facoltativa: FALSO;

  28. È possibile posizionare il martinetto idraulico in qualunque parte del veicolo: FALSO;

  29. L’efficienza dello sterzo può essere controllata personalmente, a vista, seguendo il manuale d’uso e manutenzione: FALSO;

  30. In un veicolo pesante, lo specchio retrovisore esterno principale destro permette la visione indiretta di un tratto di strada retrostante, a destra del veicolo: VERO;

  31. Dalle scritte che compaiono sul fianco dello pneumatico non è possibile ricavarne la marca: FALSO;

  32. La velocità massima consentita dal limitatore ad un autobus deve essere di 80 km/h: FALSO;

  33. In un motore Diesel, la pompa d’iniezione in linea è dotata di un’asta a cremagliera che è comandata dal pedale dell’acceleratore: VERO;

  34. Il regolatore di pressione di un impianto frenante pneumatico o pneumoidraulico comprende una valvola di ritenuta, che impedisce la caduta di pressione dell’impianto: VERO;

  35. Sul timone è punzonato il numero del telaio del rimorchio: VERO;

  36. Il segnale mobile triangolare di pericolo deve essere posto dietro al veicolo o all’ostacolo da segnalare, ad almeno 50 metri: VERO;

Patente E simulazione test: quiz patente C1-C1E

  1. Per garantire una miglior visibilità diretta della strada, è necessario evitare di lasciare sul cruscotto cartine, agende, appunti, in particolare se di colore chiaro, perché potrebbero creare pericolosi riflessi sul parabrezza: VERO;

  2. A bordo di un veicolo che trasporta merci pericolose, salvo i casi di esenzione, devono essere presenti le istruzioni scritte: VERO;

  3. Quando si sostituisce la ruota di un asse gemellato, bisogna assicurarsi che le ruote gemellate siano con i fianchi perfettamente a contatto tra di loro, così da ruotare in sincrono: FALSO;

  4. Secondo quanto stabilito dal regolamento 561/2006/CE, il periodo di riposo giornaliero ridotto è di almeno nove ore non più di tre volte la settimana: VERO;

  5. La visibilità indiretta attraverso specchi o telecamere consente di annullare totalmente le “zone d’ombra”, coprendo tutti gli angoli morti della visuale della strada: FALSO;

  6. In caso di rottura del cronotachigrafo digitale si deve provvedere alla sua riparazione nel più breve tempo possibile; è comunque consentito viaggiare con il dispositivo di controllo inefficiente per un periodo massimo di quindici giorni: FALSO;

  7. Il limitatore di velocità viene regolato dal conducente a mezzo di una leva posta sul cruscotto: FALSO;

  8. Secondo il regolamento 561/2006/CE, per “riposo” si intende ogni periodo ininterrotto durante il quale il conducente può disporre liberamente del suo tempo: VERO;

  9. Un veicolo può sempre trainare un altro veicolo in avaria: FALSO;

  10. Quando si scarica un veicolo con cassone ribaltabile pieno di sabbia o materiale simile, è bene farlo con rapidità e senza mai arrestarsi fino al fine corsa del pistone sollevatore, per evitare che il materiale si blocchi e si debba così scaricarlo a mano: FALSO;

  11. Il modulatore di pressione in funzione del carico può essere montato sia sui rimorchi che sulle motrici: VERO;

  12. Prima di sollevare il veicolo per la sostituzione di una ruota allentare i dadi, se necessario aiutandosi con una leva: VERO;

  13. Dal servodeviatore modulato partono i tubi automatico e moderabile: VERO;

  14. Durante le operazioni di presegnalazione con il segnale mobile di pericolo, il conducente deve rendersi visibile indossando il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità: VERO;

  15. Il cronotachigrafo digitale deve essere controllato, di norma, ogni due anni: VERO;

  16. L’autorizzazione CEMT per trasporti merci in conto terzi, non liberalizzati, svolti al di fuori dell’ambito UE o SEE, può essere quinquennale o decennale: FALSO;

  17. Il trasporto di sostanze liquide con un’autocisterna è meno pericoloso del trasporto di sostanze in polvere: FALSO;

  18. La fascia d’ingombro di un veicolo diminuisce con l’aumentare dell’angolo di sterzata: FALSO;

Patente E batteria di simulazione: Quiz patente D1-D1E

Patente E - Come conseguire la patente e in modo facile e veloce
  1. Per autobus di classe “III”, si intende un autobus con solo posti a sedere e con numero totale superiore a 22, senza contare il conducente: VERO;, questa potrebbe essere una possibile domanda quiz patente e.

  2. Quando si sostituisce la ruota di un asse gemellato occorre assicurarsi che le due ruote non sfreghino tra di loro durante la marcia, per evitare pericolosi surriscaldamenti: VERO;

  3. Le carte tachigrafiche sono rilasciate dalla Motorizzazione Civile: VERO;

  4. La carta di qualificazione del conducente viene rinnovata ogni cinque anni: VERO;

  5. Il regolamento 561/2006/CE prevede disposizioni relative al tempo di guida massimo per giornata: VERO;

  6. Il dispositivo limitatore di velocità agisce sul freno di soccorso: FALSO;

  7. Sugli autobus, gli spazi riservati alle sedie a rotelle non devono essere obbligatoriamente muniti di sistemi di ritenuta: FALSO;

  8. La carta tachigrafica dell’azienda può essere utilizzata dal conducente se ha smarrito la propria carta tachigrafica: FALSO;

  9. In caso di guasto agli organi di trasmissione, la riparazione può essere effettuata dal conducente sè egli sia in possesso della patente C+E o D+E: FALSO;

  10. Non bisogna attivare la valvola di scarico del martinetto idraulico, per abbassarlo, quando si è ancora sotto al veicolo, al fine di evitare di essere schiacciati dallo stesso: VERO;

  11. Per garantire una miglior visibilità diretta della strada è necessario accendere le luci interne del veicolo in ogni condizione di scarsa visibilità: FALSO;

  12. La massa complessiva a pieno carico è la massa massima autorizzata e corrisponde alla tara più il carico utile: VERO;

  13. Il rabbocco di olio lubrificante in un motore Diesel non è consentito, se il livello è basso occorre sostituirlo completamente: FALSO;

  14. Sul foglio di viaggio di un servizio di noleggio con conducente in ambito UE (servizio occasionale) deve figurare la denominazione dell’impresa che svolge il servizio: VERO;

  15. Secondo quanto stabilito dal regolamento 561/2006/CE, il periodo di guida giornaliero può essere esteso a dodici ore, sè segnalato da almeno tre interruzioni di guida di quarantacinque minuti: FALSO;

  16. Il regolamento 561/2006/CE stabilisce che il periodo massimo di guida settimanale è di cinquantasei ore e che la guida non deve superare le novanta ore nell’arco di due settimane consecutive: VERO;

  17. Salvo eccezioni, un veicolo può trainare un altro veicolo in avaria su strade urbane ed extraurbane secondarie: VERO;

  18. Gli specchi retrovisori non devono essere orientati prima di partire, ma solo dopo aver percorso alcuni chilometri, per fare in modo che il veicolo si assesti: FALSO;

  19. L’indice di velocità di uno pneumatico permette di ricavare la velocità massima d’impiego dello pneumatico in buone condizioni di manutenzione: VERO;

  20. Se si accende la spia dell’olio, oppure il manometro segna una pressione bassa, la pompa ad ingranaggi potrebbe essere guasta o difettosa: VERO;

  21. Un autocarro, per circolare, deve essere in regola con gli obblighi assicurativi: VERO;

  22. Dopo aver agganciato un rimorchio monoasse, si deve fissare a terra il ruotino pivottante: FALSO;

  23. A parità di potenza erogata, un motore turbocompresso consuma meno combustibile: VERO;

  24. La carta tachigrafica del conducente è di proprietà dell’azienda di cui è dipendente: FALSO;

  25. Nel modulo di Constatazione amichevole, il conducente deve obbligatoriamente compilare solo la parte sinistra del modulo, quella destra è facoltativa: FALSO;

Quiz Patente E: Novità introdotte dal 2020

Un’importante novità introdotta a partire dal 1 novembre 2020, ha sancito che il candidato che si presenta all’esame pratico alla guida di un veicolo con cambio automatico, non è più obbligato all’inserimento di tale limitazione sulla patente, purchè già in possesso di una licenza di guida B, BE, C, CE, C1, C1E, D, DE, D1 o D1E conseguita su un mezzo con cambio manuale.

Prima dell’introduzione della circolare n. 30724 del 30/10/2020, i beneficiari di questo requisito erano soltanto chi si apprestava a prendere la categoria C, CE, D e DE.

Patente E: Patente E documenti

Una volta decisi su quale estensione orientarsi, bisogna avviare l’iter burocratico relativo all’iscrizione, sul punto abbiamo parlato in precedenza, adesso vogliamo fare luce sui documenti da preparare in modo da facilitare il tutto, vi ricordiamo l’importante di una solida preparazione in vista dei quiz patente e.

La domanda indipendentemente dalla categoria scelta, deve essere presentata presso gli uffici della Motorizzazione Civile, allegando i seguenti documenti:

  • Domanda su modello TT 2112 (scarica qui in formato PDF);
  • Attestazione di 26,40 su c/c prestampato 9001;
  • Attestazione di 16,00 euro su c/c prestampato 4028;
  • Altra attestazione di 16,00 euro su c/c prestampato 4028 (al momento di prenotare la prova pratica);
  • Documento d’identità in visione e relativa fotocopia integrale;
  • Patente posseduta e relativa fotocopia;
  • Fotocopia della ricevuta della visita d’idoneità psicofisica rilasciata da un medico abilitato, con data non anteriore a 3 mesi se la visita è effettuata da un medico monocratico; o non anteriore a 6 mesi se è effettuata da una Commissione Medica Locale;
  • Fotocopia della tessera sanitaria con il codice fiscale;

Di seguito potrete trovare i riferimenti normativi, per approfondire l’argomento:

  • Circolare protocollo n. 28820 del 19/09/2019 (patente BE)
  • Circolare protocollo n. 28826 del 19/09/2019 (patente C1E e CE)
  • Circolare protocollo n. 28827 del 19/09/2019 (patente D1E e DE)

Quiz Patente E: Legge 104 e patente di guida

In seguito all’abolizione della categoria F, al disabile che voglia guidare un autoveicolo, possono essere rilasciate le patenti A, B, C o D speciali.

In questo caso, per il rilascio di una patente speciale il candidato portatore di disabilità è chiamato a sottoporsi a visita medica presso la Commissione Medico Locale per accettarne le condizioni ed eventualmente rilasciare l’idoneità.

Vi ricordiamo la presenza di una Commissione Medica per provincia.

La Commissione medica locale è composta, dal Responsabile della medicina legale della ASL in cui è ubicata, insieme ad altri due medici che collaborano in sinergia in caso di patenti speciali, con un medico dei servizi territoriali della riabilitazione e un ingegnere della carriera direttiva della M.C.T.C.

La visita si richiede presentando un certificato medico redatto su un modulo ad hoc con allegato un documento di riconoscimento.

Qualora, il candidato disabile sia già titolare di una patente normale, questa andrà esibita in luogo del documento di riconoscimento per la conversione in speciale.

Un’importante nota da sottolineare, è la possibilità di richiedere la visita di accertamento anche presso una Commissione diversa da quella ubicata presso la sede di residenza.

Durante la visita potrà essere esibita ulteriore documentazione clinica in possesso del disabile meglio se rilasciata da un ente specializzato sulla patologia in questione; il disabile può, a sue spese, farsi assistere da un medico di fiducia.

Nel caso si riscontri la necessità la Commissione, nel corso della visita e durante la valutazione dei certificati, può richiedere una prova pratica. Questo perchè, l’idoneità non può essere rifiutata solo sulla base di valutazioni cliniche o documentali.

Il certificato d’idoneità rilasciato dalla Commissione Medica Locale è valido 90 giorni.

Quiz Patente E: Ricorso idoneità per disabilità

Può accadere che le Commissioni Mediche Locali, non riconoscano il candidato disabile idoneo.

In questo caso, qualora il disabile ritiene che l’accertamento dell’idoneità non sia stato condotto in modo accurato e dettagliato può rifiutarsi di sottoscrivere il verbale di visita.

La prassi da fare nel caso si verifichi questo spiacevole del ricorso, il disabile può richiedere di essere sottoposto a una nuova visita di accertamento.

Il ricorso va inviato, entro 30 giorni dal diniego e a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, al seguente indirizzo:

Ministero delle Infrastrutture e Trasporti Dipartimento per i trasporti terrestri e per i sistemi informativi e statistici Direzione Generale della Motorizzazione e della sicurezza del trasporto terrestre ex “Mot 5” via G. Caraci, 36 00156 Roma

All’interno della richiesta, si deve allegare anche il documento di diniego rilasciato dalla Commissione Medica Locale.

La Direzione Generale della M.C.T.C. Segnalerà al richiedente la data e la Commissione Superiore alla quale rivolgersi per il nuovo accertamento. Anche in questo caso il disabile potrà farsi assistere da un medico di fiducia, i cui oneri sono a carico del disabile stesso.

Un altra possibilità è quella di proporre il ricorso, anche nel caso la Commissione riconosca degli adattamenti, non accettati dal candidato.

Di seguito vogliamo riportarvi un esempio in merito alla questione sollevata:

La Commissione riconosce l’idoneità del candidato disabile alla guida con i seguenti adattamenti acceleratore a cerchiello, cambio automatico e leva a lungo braccio per il freno.

A questo punto, il candidato è convinto di riuscire a guidare anche senza cambio automatico o comunque con servofrizione.

Il candidato può presentare ricorso ed essere sottoposto nuovamente a verifica.

Quiz Patente E: Differenze tra ritiro, sospensione e revoca

Chiunque, dovrebbe conoscere la differenza tra ritiro, sospensione e revoca della patente di guida per evitare che questa confusione si trasformi in un disagio molto importante per il guidatore.

Quiz Patente E: Ritiro della patente

Questo spiacevole caso si configura, quando le Forze dell’ordine in seguito al controllo di routine riscontrano che il guidatore abbia commesso una lieve infrazione che prevede il ritiro immediato della licenza di guida, oppure si trovi con la patente non rinnovata il tutto si risolve con l’adempimento del motivo per la quale è avvenuto il ritiro.

Quiz Patente E: Sospensione della patente

La sospensione è più grave del ritiro. Gli organi preposti per le sospensioni sono: Motorizzazione Civile, Giudice di un Tribunale o dal Prefetto e vieta tassativamente di mettersi al volante di un’automobile per un più o meno lungo periodo.

La sospensione può avvenire perchè si è messo a rischio la sicurezza propria e altrui, il tempo di sospensione dell’abilitazione può variare da 15 giorni a 5 anni.

Quiz Patente E: Revoca patente di guida

La revoca è la situazione più grave in assoluto. Questa condizione è ordinata dagli stessi organi che provvedono alla sospensione e prevede il VERO; e proprio annullamento di validità della nostra patente di guida. Si vede la propria patente revocata se ad esempio si perdono i requisiti fisici o psichici fondamentali, ma non solo, anche quelli morali incorrono nella revoca del permesso di guida: un tribunale può infatti darne seguito nei confronti di un qualsiasi condannato per gravi reati.

Uno dei motivi che portano alla revoca è anche il caso in cui un automobilista sia causa si incidenti gravi, oppure viene pizzicato positivo ai test per uso di alcolici o stupefacenti.

In questi casi di temporanea perdita dei requisiti tornare in possesso della patente di guida revocata non è comunque impossibile, basta sottoporsi a una nuova visita e richiedere così una nuova patente. Se la revoca è invece sopravvenuta per reati connessi al Codice della Strada è necessario attendere da due a tre anni in base alla gravità che ha portato al provvedimento.

Patente E: Quanto costa rinnovare la patente

L’adempimento burocratico per eccellenza che interessa tutti i possessori della patente di guida è il rinnovo.

Importante ricordarlo sempre perchè la legge su questo non ammette nessuna giustificazione, basta sempre controllare la parte frontale della tessera per ricordare la data di scadenza che coincide sempre ormai da qualche anno, con il giorno del compleanno. Il punto 4a della patente indica la data di rilascio, mentre il punto 4b indicata la prima scadenza dello stesso. La nostra legislazione prevede un rinnovo della patente di guida ogni 10 anni fino al raggiungimento dei 50 anni di età, mentre superati i 50 anni di età fino ai 70 anni, il rinnovo va effettuato ogni 5 anni.

I guidatori con un’età compresa tra i 70 agli 80 anni, invece, dovranno effettuare il rinnovo della patente di guida ogni 3 anni, mentre per gli over ottanta questa incombenza deve essere ripetuta ogni 2 anni.

Come si può intuire, il rinnovo cambia a seconda dell’avanzare dell’età, adesso vediamo i costi relativi al rinnovo della patente che possono variare a seconda della modalità scelta, ovvero; con l’ausilio di un ente dedicato come ASL oppure attraverso le scuole guida autorizzate.

Nel primo caso c’è un notevole risparmio siamo sui 50-60 euro, mentre nel secondo caso il costo si aggira sui 100-120 euro.

arrow-leftcharm-refreshgreen-checkpark-outline-timersmall-arrow-leftuil-pen